menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Reyer mette la testa avanti: impresa a Trento in gara 3. Ora è tutta un'altra serie

Venezia porta a casa il match mercoledì, sfruttando anche i problemi di infortuni degli avversari. Tra 48 ore nuova sfida, per dare la spallata definitiva alla Dolomiti Energia

La Reyer si conferma un diesel. Mano a mano che le serie continuano alza il livello, dimostrandosi cinica nell'attaccare gli avversari sulle loro debolezze. Importantissima vittoria sul parquet di Trento mercoledì sera, battendo le Aquile per 73 a 67. Ora gli orogranata tornano in possesso del fattore campo. Tra 48 ore una sfida fondamentale, gara 4, per dare una spallata decisiva alla finale.

Sugli scudi Julyan Stone, che ha realizzato triple importanti e finalmente ha raggiunto la doppia cifra in fatto di punti segnati. Ben Ortner si è dimostrato un giocatore solido, sfoderando una bella prestazione dopo aver assistito in tribuna ai match precedenti. Batista è rimasto ai box per un guaio muscolare e lui si è fatto trovare pronto, mentre per le Aquile Sutton è a referto. Ma solo per onore di firma.


Ortner segna i primi due canestri orogranata, con la Dolomiti che fa per due volte 1/2 dalla lunetta. C’è una netta prevalenza delle difese sugli attacchi (da ricordare le due stoppate di Gomes e di Bramos): i primi a tentare l’allungo sono i padroni di casa, con un minibreak che li porta sull’11-8 al 6′, ma l’Umana Reyer risponde alla grande dopo il time out di coach De Raffaele: break di 0-12, con Viggiano che dà l’11-20 anche se, nonostante la grande difesa (in particolare di Stone e Ress), Trento si riavvicina nel finale di quarto fino al 15-20.


Il break a cavallo dei primi due quarti a favore della squadra di Buscaglia è addirittura di 13-0 (24-20 al 12′), anche perché gli arbitri adottano un metro molto permissivo. Gli orogranata si sbloccano al 13’30” con una schiacciata in contropiede di McGee dopo un suo gran recupero difensivo su Hogue. Trento però, nonostante i tre falli di Flaccadori subito dopo metà periodo, riesce ad allungare fino al 35-25 al 16’30”, trascinata da Forray. L’Umana Reyer mette un minibreak di 0-4 con Peric e i liberi di Ejim e, nel finale, dopo la nuova tripla di Forray, ancora un libero del canadese e l’incredibile tripla da metà campo di Filloy sulla sirena chiudono i primi 20′ sul 38-33.


Il secondo tempo si apre con il 40-33 di Craft, ma anche con due recuperi difensivi dell’Umana Reyer che, dal 48-43 per Trento al 24′, infila un parziale di 0-11, arrivando sul 48-54 al 28’30”. La partita prosegue però ancora a strappi, con Trento che si riavvicina sul 53-54, prima della schiacciata di McGee che chiude il periodo sul 53-56.


Il break della Dolomiti, a causa anche di due palle perse veneziane, arriva a 9-2, con Craft che riporta i padroni di casa avanti 57-56 al 31′. Ejim firma il controsorpasso e una tripla di Bramos dà all’Umana Reyer due possessi di vantaggio sul 57-61 al 32′. Sono i rimbalzi offensivi (ben sei in metà quarto!) a spingere gli orogranata nel break di 3-11 che porta sul 59-67 al 35’30” grazie al canestro di Ortner allo scadere dei 24”. Vantaggio che torna in doppia cifra (60-70) con la tripla di Stone al 38′. L’Umana Reyer comincia a gestire, Trento continua a sbagliare troppi liberi: cosa che non fa Haynes a -42” (63-73) ed è così vittoria, solo limata a giochi fatti dal libero di Flaccadori e dalla tripla finale di Shields del 67-73.


Parziali: 15-20; 38-33; 53-56
Dolomiti Energia: Sutton ne, Bernardi, Craft 14, Forray 14, Flaccadori 7, Lovisotto, Gomes 13, Hogue 7, Lechthaler, Shields 12. All. Buscaglia.
Umana Reyer: Haynes 14, Ejim 7, Peric 8, Stone 13, Bramos 5, Tonut, Visconti ne, Filloy 5, Ress 3, Ortner 10, Viggiano 2, McGee 6. All. De Raffaele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento