Basket: Umana Reyer - Capo d'Orlando risultato partita oggi 9 ottobre 2016

Due su due per gli orogranata che nel primo match casalingo riescono a vincere anche contro la compagine siciliana contando su un'ottima difesa

Un momento della gara (foto: reyer.it)

Con una grande difesa nel secondo tempo, l’Umana Reyer regola 84-69 un’ostica Capo d’Orlando, bagnando con i due punti l’esordio interno al Taliercio.

Dopo il commosso minuto di raccoglimento in memoria di Cameron Moore si inizia in un clima che risente dell’emozione per la prematura scomparsa dell’ex centro orogranata. Parte meglio Capo d’Orlando che, trascinata da Archie, va sul 2-7 dopo 2′, poi Bramos e Tonut, con cinque punti ciascuno nei primi 3’20”, danno all’Umana Reyer il sorpasso (10-7). Facendo salire l’intensità difensiva, anche con in campo il secondo quintetto, gli orogranata allungano progressivamente, con le due triple consecutive di McGee che danno il massimo margine (23-15) al primo intervallo, al quale l’Umana Reyer arriva tirando con il 57% dal campo e il 71% da 3.

In avvio di secondo quarto, gli orogranata faticano in attacco, permettendo ai siciliani di riavvicinarsi. La notizia lieta è il ritorno in campo di capitan Tomas Ress, che, dopo aver subito uno sfondamento da Iannuzzi, trova anche i primi due punti personali, con la schiacciata del 27-21 al 14′. Un antisportivo di Peric dà però il là alla Betaland, che impatta a quota 27 poco dopo la metà quarto. Nei secondi cinque minuti del periodo si procede punto a punto, con una schiacciata di Archie che porta avanti Capo d’Orlando (34-35) al 19′, anche se poi ci pensa Ortner, con due canestri, a ridare il vantaggio all’Umana Reyer, con il canestro finale di Stojanovic per il 38-37.

Al rientro in campo, l’Umana Reyer appare distratta in difesa, con l’iniziale sorpasso siciliano di Iannuzzi (38-39) e Capo d’Orlando che resta in parità (43-43) fino al 22’30”. Quando gli orogranata stringono le maglie difensive e trovano buona circolazione in attacco, l’Umana Reyer riesce però ad imprimere la prima svolta alla partita: al 27′, Peric segna il canestro del 54-45 e, dopo uno 0-4 firmato da Laquintana e Perl, è Ejim, negli ultimi possessi del quarto a dare all’Umana Reyer il primo vantaggio in doppia cifra (60-49) prima e il 62-49 all’ultimo intervallo, con una poderosa schiacciata sulla sirena dopo un grande recupero difensivo.

Parziali: 23-15; 38-37; 62-49

Umana Reyer: Haynes 16, Hagins 7, Ejim 12, Peric 4, Bramos 11, Tonut 10, Visconti, Filloy 3, Ress 2, Ortner 6, Viggiano, McGee 13. All. De Raffaele.

Betaland: Galipò, Munafò ne, Fitipaldo ne, Iannuzzi 8, Laquintana 6, Perl 17, Nicevic ne, Delas, Pavicevic, Archie 18, Stojanovic 8, Berzins 12. All. Di Carlo.
L’intensità difensiva orogranata continua anche nell’ultimo periodo, con Capo d’Orlando che trova i primi punti quasi a metà quarto, per di più dalla lunetta, dopo però che l’Umana Reyer aveva messo le mani sulla partita con un parziale di 29-6 in meno di 12′ (72-49 al 34’30”). La seconda metà di quarto serve quindi solo per le statistiche, con gli orogranata che continuano a colpire dall’arco e gli ospiti che solo nel finale riescono a limare per l’84-69.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento