menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La schiacciata di Owens (foto: Ottavia Da Re)

La schiacciata di Owens (foto: Ottavia Da Re)

L'Umana Reyer sul velluto e con grinta: la Manital Torino ko al Taliercio 73-57

Punteggio che sta stretto agli orogranata, orfani di Peric e Green: gli uomini di coach Recalcati tengono le redini del match per tutto l'incontro e nel finale mandano a canestro anche i giovani Visconti e Antelli

Vittoria molto più netta di quanto dica il punteggio finale per l’Umana Reyer, che risponde con il carattere all’ennesima tegola (l’infortunio di Green, il cui forfait si è venuto ad aggiungere a quello di Peric), riuscendo alla fine a mandare a canestro, nel tripudio del Taliercio, anche i giovani Visconti e Antelli, inseriti in campo nei minuti conclusivi.

Il monologo orogranata parte fin dalle prime battute: 11-2 in 3′, con Owens in gran spolvero non solo in attacco,ma anche in difesa, dove contiene ottimamente White. Ma è tutta la squadra a mostrare la concentrazione giusta. Dopo il canestro di Rosselli all’1’31”, la difesa orogranata costringe Torino a perdere molte palle e a concludere spesso in condizioni di grande difficoltà: gli ospiti non riescono più a segnare fino alla bomba di Mancinelli al 4’08”, a coronamento del momento migliore della squadra di Vitucci, che si riavvicina però solo fino al 13-6. Che si tratti solo di una parentesi si capisce presto, perché Jackson e Ortner, migliori in campo di una squadra da promuovere in blocco, riscrivono, allargandolo progressivamente, il massimo vantaggio, fino al 29-11 del 15’56”, siglato dalla lunetta da Tonut. Ma è prima di tutto dalla difesa, che impedisce letteralmente agli avversari di giocare, che nasce il margine di 41-13 a 1′ dall’intervallo lungo.

Inerzia che non cambia nemmeno dopo l’intervallo lungo. Anzi, l’Umana Reyer riesce a mettere in partita veramente tutti i giocatori estratti dalla panchina, a partire da Viggiano, autore del canestro del +33 (53-20) al 26’37”. Di qui, a Torino non resta che cercare di limitare i danni, “avvicinandosi” fino al 61-40 al 33’54”, anche per un fisiologico calo d’intensità della squadra di Recalcati, capace però di dimostrare, con cinque punti in un minuto, che le basta alzare un’attimo l’attenzione per rispostare gli equilibri del gioco dalla propria parte. Nei minuti finali, come già detto, ampio spazio anche per i più giovani, con i canestri in rapida sequenza di Visconti (da 3), Antelli e Tonut che mostrano, in una serata positiva sotto tutti gli aspetti, anche il lato migliore dei giovani orogranata.

Parziali: 18-8; 41-15; 57-29

Umana Reyer: Goss 8, Bramos 3, Tonut 5, Jackson 11, Visconti 3, Ruzzier, Antelli 2, Owens 8, Ress, Ortner 12, Viggiano 10, Savovic 11. All. Recalcati.

Manital Torino: White 12, Giachetti, Mancinelli 13, Rosselli 7, Fantoni ne, Kloof 6, Mascolo, Dawkins 3, Miller 10, Ebi 6. All. Vitucci
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento