menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incubo Montegranaro per l'Umana Reyer: secca sconfitta 88 a 64

I timori della vigilia si dimostrano fondati e i marchigiani rispondono alla delicata situazione societaria con compattezza e determinazione. Dopo due tempi la partita è chiusa

Sutor Montegranaro - Umana Reyer 88-64
20-13; 53-25; 70-42
 
Sutor Montegranaro: Cinciarini 22, Panzini 2, Perini ne, Slay 2, Freimanis, Campani 4, Di Bella 8, Johnson 15, Burns 25, Amoroso 10. All. Recalcati
Umana Reyer: Clark 5, Bulleri 3, Diawara 15, Marconato, Zoroski 10, Szewczyk 5, Young, Bowers 15, Rosselli 4, Magro 2, Hubalek 5, Candussi. All. Mazzon
 
La partita di Ancona contro Montegranaro si trasforma in un incubo per l'Umana Reyer. I timori della vigilia si dimostrano fondati e i marchigiani rispondono alla delicata situazione societaria con compattezza e determinazione. Come conseguenza l'Umana Reyer subisce fin dall'inizio gli avversari e il divario a metá gara é così ampio da chiudere virtualmente i conti già dopo soli 20 minuti. Di fatto è la replica dell'andamento della gara d'andata e gli orogranata sembrano inermi di fronte alle folate avversarie.
 
Molte imprecisioni su ambo i fronti in avvio di partita. Il primo canestro di Montegranaro arriva dopo 2' minuti. Dopo 4' è 7-0 e coach Mazzon chiama time out. E' Diawara (praticamente l'unico a segnare per gli orogranata nella prima frazione) a realizzare dopo 4'10 il primo canestro. Il primo cambio orogranata manda in campo Zoroski, ex della gara. Montegranaro torna a +7 al 7' mentre l'Umana è spesso beffata dal ferro. A 1' dalla prima sirena i marchigiani trovano anche il +9 con gli orogranata che faticano più del solito in fase offensiva. Il primo quarto si chiude sul 20-13 grazie ad un rocambolesco canestro a fil di sirena di Bowers per l'Umana.
 
Due canestri di Hubalek aprono la seconda frazione (22-17) ma subito arriva la tripla di Cinciarini. Girandola di cambi per Mazzon ma è Montegranaro a trovare il +10 (27-17). Amoroso porta i suoi sul +15 con liberi e tripla. Poi la bomba di Johnson porta i marchiciani sul +18 (35-17). Mazzon chiama time out e al rientro in campo Clark infila la tripla. Ma uno scatenato Burns porta la Sutor sul 41-20 mentre l'Umana continua a faticare terribilmente sprofondando addirittura a -26. La Reyer è in bambola e Montegranaro va sul +30. 

 
La situazione è ampiamente compromessa per gli orogranata che come conseguenza perdono di luciditá. Al rientro in campo non c'é alcuna reazione. Montegranaro gioca in fiducia mentre l'Umana Reyer vede il canestro piccolo piccolo. I padroni di casa possono cosi comodamente mantenersi sul +30. Non ne va dritta una alla Reyer mentre i marchigiani volano sulle ali dell'entusiasmo a +33.  Di fatto la partita perde di significato dal momento che il divario resta pressoché invariato e la seconda parte del match vale solo per le statistiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento