menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del match (foto: reyer.it)

Un momento del match (foto: reyer.it)

Umana Reyer-Red October Cantù: risultato partita oggi 18 marzo 2018

Grande prova di solidità dell’Umana Reyer, che domina in un match in crescendo l’ostica Red October Cantù, battendola 107-83 e conservando la vetta della classifica

Grande prova di solidità dell’Umana Reyer, che domina in un match in crescendo l’ostica Red October Cantù, battendola 107-83 e conservando la vetta della classifica.

Primo tempo

Per la sua 150^ in A, coach Walter De Raffaele sceglie il quintetto formato da Haynes (rientrato in extremis dagli Stati Uniti), Jenkins, Bramos, Daye e Watt. Nei primi 30” vengono fischiati due falli a Daye e in avvio si vedono pochi canestri: dopo 2’ è 2-2 (Thomas e Bramos), poi gli orogranata allungano con Jenkins, una strepitosa schiacciata di Haynes e Watt (8-2 al 4’). Con la difesa e le palle recuperate, l’Umana Reyer si porta sul 12-4 subito dopo metà quarto, con Daye che riesce a essere buon protagonista a rimbalzo nonostante i falli. E’ una tripla di Bramos, all’8’, a dare il primo vantaggio in doppia cifra (20-9), poi, negli ultimi 30”, fa il suo esordio in orogranata Sosa, con Peric che chiude il quarto col massimo margine: 28-16. Il secondo quarto inizia con il +14 firmato da De Nicolao, poi conservato da Biligha all’11’30” su grande assist di Sosa (32-18). Cantù riesce a tornare sotto la doppia cifra di ritardo (35-26) con il libero di Smith al 14’30”, ma l’Umana Reyer riallunga subito sul 38-26 con la tripla di Haynes dopo recupero di Sosa. Cournooh è ispirato e gli ospiti si riportano sul 38-32 al 16’, ma, in una partita in cui si moltiplicano i contatti duri sul parquet, è Watt a trovare i canestri del 42-32 al 17’. L’elastico continua e, in un match in cui si alza la velocità, la tripla di Ellis ricuce a -6 (44-38) al 18’30”, poi Haynes risponde ancora dall’arco e Watt manda le squadre all’intervallo lungo sul 49-38.

Secondo tempo

L’inizio del terzo periodo è all’insegna dello spettacolo, con le squadre estremamente precise nel tiro da 3. L’Umana Reyer riprende il massimo vantaggio (+14) con le triple di Haynes, Jenkins e Bramos, a rispondere a Chappell e Smith, poi, ancora da 3, Jenkins chiude un parziale di 8-0 per il 65-48 al 24’. Cantù prova il quintetto piccolo, ma, dopo un iniziale buon approccio, gli orogranata ne prendono le misure e Peric porta il vantaggio sopra i 20 punti (73-52 al 28’), con lo stesso croato che, dopo l’antisportivo di Burns, chiude un quarto da 30-18 con il canestro sulla sirena che fa saltare in campo coach De Raffaele sul 79-56. Biligha, con una serie di schiacciate ben imbeccato dagli assist dei compagni, è il protagonista in avvio di ultimo periodo, quando l’Umana Reyer mostra più reattività degli avversari. Ormai il risultato non è più in discussione e, al 34’, Peric porta gli orogranata per la prima volta sul +30 (91-61), poi, da una grande stoppata di Biligha, arriva il contropiede di Tonut per il 93-61. Al 36’ Sosa, con una grande giocata trova il primo canestro in maglia veneziana (95-67), poi è lui, con una tripla, a portare l’Umana Reyer a quota 100 (100-70 al 37’30”). Nel finale, Tonut risponde alla voglia di Cantù di riavvicinarsi, poi, negli ultimi 40”, gli ospiti riescono almeno a contenere il ritardo sul 107-83.

Parziali: 28-16; 49-38; 79-56

Umana Reyer: Haynes 11, Peric 14, Sosa 5, Bramos 10, Tonut 6, Daye 7, De Nicolao 8, Jenkins 10, Ress ne, Biligha 15, Cerella 3, Watt 20. All. De Raffaele.

Red October: Smith 14, Culpepper 18, Cournooh 7, Parrillo 5, Tassone, Maspero ne, Raucci ne, Chappell 12, Burns 4, Thomas 15, Ellis 8. All. Sodini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento