menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Reyer sbatte contro Sassari: al Taliercio finisce con il risultato di 71-84

Si interrompe a sette successi la striscia positiva in campionato dell'Umana Reyer, che paga le condizioni fisiche non ottimali con le quali si è presentata alla sfida

Si interrompe a sette successi la striscia positiva in campionato dell’Umana Reyer, che paga le condizioni fisiche non ottimali con le quali si è presentata alla sfida con il Banco di Sardegna Sassari, vittorioso al Taliercio 71-84.

Nel quintetto iniziale degli orogranata c’è anche Tonut (insieme a Haynes, Bramos, Ejim e Hagins), mentre Filloy non è a referto per il problema all’adduttore accusato a Varese. E’ Melvin Ejim l’autore dei primi sette punti dell’Umana Reyer, con gli attacchi che si mostrano molto precisi in avvio, fino all’11-11 di metà periodo. La squadra di coach De Raffaele, che difende molto a zona, è la prima a trovare due possessi di vantaggio (15-11 al 17’30” con i liberi di Peric, premiato prima del match per le cento partite con la maglia orogranata), poi però Sassari mette un break di 2-10 e, con le triple di D’Ercole e Savanovic, va avanti 17-21 al primo intervallo.

Il secondo quarto si apre con due punti di un buon Ortner e, dopo un lungo inseguimento, la tripla di Viggiano ridà all’Umana Reyer la parità al 13’30” (25-25). L’attacco orogranata, a questo punto, però s’inceppa e il Banco di Sardegna ne approfitta per allungare prima sul 25-34 al 17′, poi, dopo il libero di Bramos che torna a muovere il punteggio veneziano dopo quasi 4’30”, addirittura fino al 26-39 al 18’30”, con Johnson-Odom protagonista. La tripla del capitano Ress, appena entrato sul parquet, dà il là al buon finale dell’Umana Reyer, che si riavvicina, con i primi punti di Haynes e McGee, sul 34-41 al rientro negli spogliatoi. 

In avvio di secondo tempo gli orogranata si avvicinano fino al -3 (40-43 al 23′ e di nuovo 45-48 al 25’30”, sempre con Bramos), ma Sassari, soprattutto con il tiro da tre, imprime a questo punto la svolta decisiva al match, con un parziale di 3-17 che le dà il nuovo massimo vantaggio (48-65) al 29′, con Ejim che lima di soli due punti all’ultima pausa: 50-65.


La fatica comincia a farsi sentire per l’Umana Reyer, che difende forte, ma troppe volte spende fallo nei secondi finale dell’azione degli avversari. Una schiacciata di Hagins dopo la tripla di Haynes dà per l’ultima volta il -10 (55-65) al 32’30”, poi Sassari inizia la gestione e vola fino al 61-79 al 37’30”. La reazione d’orgoglio finale degli orogranata permette di limare leggermente il punteggio, ma il finale è comunque favorevole al Banco di Sardegna: 71-84.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento