Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Spettacolo Reyer, la vittoria di squadra su Avellino consolida il secondo posto

Gli orogranata sempre avanti sull'avversario portano a casa il match con il punteggio di 76-65

Con un’altra grande prestazione di squadra, l’Umana Reyer consolida il secondo posto, allungando sulla Sidigas Avellino, battuta 76-65.

Primo quarto

Con Mazzola recuperato solo nominalmente, il quintetto orogranata vede Haynes, Tonut, Bramos, Biligha e Watt. Inizialmente si segna poco (4-5 al 2’30”, con i due canestri orogranata di Watt) in un match ad alta fisicità. Sfruttando le caratteristiche dei due lunghi, l’Umana Reyer allunga sull’11-5 al 4’30”, con Avellino che risponde con le triple (parziale di 0-8 per l’11-13 al 7′). E’ però solo una fiammata, perché gli orogranata continuano a giocare di squadra (saranno già 8 gli assist al primo intervallo) e infilano un 9-2 per il 20-15 al 9′, che diventa 22-17 sull’ultimo recupero di Tonut, convertito in sottomano sulla sirena.

Secondo quarto

Dopo il +7 di De Nicolao, l’Umana Reyer prova ad affidarsi a qualche tiro dall’arco, che però non va, così., appena si torna ad appoggiare palla sotto, sull’asse De Nicolao-Watt arriva il 30-19 al 13’30”. Avellino continua a provare a restare a galla con il tiro pesante, anche perché gli orogranata alzano il livello difensivo: al 17’30”, su assist di Haynes, Bramos aggiorna così il massimo margine sul +13 (38-25). Una fiammata di Campogrande riporta gli ospiti sotto la doppia cifra di ritardo (39-30 al 19′), poi Avellino arriva anche a -7 (39-32 a -21”); dopo il time out, si rivedono però De Nicolao e Watt, che combinano per il 41-32.

Terzo quarto

Al ritorno in campo dagli spogliatoi, le squadre sembrano poco lucide, ma è il solito Watt a ridare tono alla partita: con una tripla e il 23° punto personale, al 23′ il centro orogranata firma il +14 (48-34), ribadito da Haynes un minuto dopo con la tripla del 51-37. Avellino torna sotto la doppia cifra di ritardo (51-43) al 26′, poi Tonut mette una tripla e Daye ristabilisce le distanze (56-43 al 27′) in un’azione di squadra non limpida, ma che dimostra la grande volontà e determinazione orogranata nella serata. Nel finale di periodo, dopo il 57-48 di Harper al 28’30”, è De Nicolao, con una tripla e due liberi, a mandare l’Umana Reyer avanti all’ultimo intervallo sul 62-50.

Ultimo quarto

Gli orogranata toccano il +16 con Cerella (sul contropiede dopo una stoppata di Daye) al 33′ (66-50). Nonostante l’ampio margine, l’Umana Reyer continua a difendere forte e, nonostante l’antisportivo fischiato a Daye, il vantaggio rimane saldo tra i 14 e i 16 punti. Anche Sykes viene sanzionato con un antisportivo su De Nicolao, con il seguente tap in di Biligha che vale il nuovo massimo margine: +17, 75-58, al 37′. Ormai la partita è decisa, con Avellino che prova a contenere il ritardo, con Green ultimo ad arrendersi, e ci riesce in parte, non riuscendo però a scendere sotto la doppia cifra: il finale dice infatti 76-65.

Parziali: 22-17; 41-32; 62-50

Umana Reyer: Haynes 6, Stone, Bramos 2, Tonut 10, Daye 10, De Nicolao 10, Vidmar 1, Biligha 8, Giuri, Mazzola ne, Cerella 2, Watt 27. All. De Raffaele.

Avellino: Udanoh 12, Green 14, Bianco ne, Nichols ne, Campani 2, Sabatino, Silins, Campogrande 12, Harper 12, D’Ercole 2, Sykes 9, Spizzichini 2. All. Vucinic.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo Reyer, la vittoria di squadra su Avellino consolida il secondo posto

VeneziaToday è in caricamento