menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del match (foto: reyer.it)

Un momento del match (foto: reyer.it)

Umana Reyer-Sidigas Avellino risultato partita 25 gennaio 2015

Comincia col piede giusto il girone di ritorno degli orogranata che si impongono al Taliercio per 79-71 contro la squadra avversaria. Secondo posto per la squadra di coach Recalcati

L’Umana Reyer comincia il girone di ritorno con il piede giusto e supera Avellino al termine di una gara combattuta e sofferta ma infine vinta con autorità dagli orogranata che salgono così al secondo posto solitario in virtù della sconfitta di Sassari ed in attesa che scenda in campo Reggio Emilia.

IL MATCH CONTRO UPEA CAPO D'ORLANDO

Prima della partita una sbandierata tra le due tifoserie sancisce il gemellaggio e poco dopo uno striscione della curva orogranata dà il benvenuto ad Ettore il figlio appena nato del Presidente Brugnaro. La gara inizia invece con il minuto di raccoglimento che l’Umana Reyer dedica a Bruno Dei Rossi detto “Strigheta” campione del remo e orgoglio veneziano scomparso alla vigilia della partita.
Avellino parte subito con un 4-0, pareggiano i conti Ortner e Peric. L’Umana passa a condurre con Peric che firma il 10-6 con grande azione sulla linea di fondo. Avellino risponde con un break che la riporta a contatto (10-9 al 5′). Ma è ancora con i suoi lunghi che la formazione orogranata mette in diffoltà la formazione ospite: Ortner infila il 12-9 e Peric costringe la difesa biancoverde a fallo. Il croato si fa perdonare lo zero su due dalla lunetta con il canestro in penetrazione del 14-9. E’ però Banks a tenere in scia gli ospiti con una tripla. All’8′ fa il suo debutto Jackson che regala subito un assist a Peric dopo il 14-14 realizzato da Avellino. La tripla del febbricitante Ress si stampa sul ferro, Trasolini infila il sorpasso ospite ma risponde subito Dulkys con la tripla del 19-18. Ma sull’ultima rimessa a soli 2 secondi dalla fine Banks riesce a infilare il 19-20 che chiude il quarto.

Anosike apre il secondo periodo portando i suoi a +3. Risponde Peric che trova canestro e fallo ma fallisce il libero del possibile aggancio. Non è altrettanto “generoso” Gains che invece capitalizza al massimo il suo canestro e fallo (21-25 al 12′). Jackson il suo primo canestro in orogranata e riceve gli applausi del Taliercio. Ma è sempre Avellino a tenere la testa avanti nonostante Peric continui a fare male ai biancoverdi dentro l’area. Recalcati chiama allora time out per riorganizzare le idee. Cavaliero trova due canestri di fila e tiene a distanza gli ospiti. Quando poi anche Caudugan infila il canestro gli ospita vanno sul +6. Ci pensa Peric con una prepotente schiacciata a riaccendere il Taliercio. Un canestro e tre liberi di Goss valgono il ribaltamento (36-35 a 2′ dall’intervallo). Inizia un bel botta e risposta sul filo dell’equilibrio che porta Avellino a realizzare il 38-40 a 13″ dalla seconda sirena. Si va però all’intervallo sul canestro a fil di sirena di Peric (18 punti per lui a metà gara) per il 40-40.

Peric riprende a martellare sotto canestro e con due realizzazioni di fila porta subito gli orogranata a +4. Poi è la tripla di Viggiano a fare esplodere il Taliercio e a portare l’Umana sul 47-40 con Vitucci che chiama subito time out per interrompere il break reyerino. Ma la musica non cambia perchè è ancora Peric show che recupera palla e si invola in contropiede, merito anche di una difsa a zona che dà i suoi frutti. La gara si infiamma e Goss infila il canestro dell’11-0 che porta il punteggio sul 51-40. Anosike sblocca gli ospiti con un libero dopo 4 minuti senza segnare. Risponde Stone con la tripla del 54-41. Avellino però replica subito con la tripla di Hanga. Il terzo fallo sanzionato a Viggiano indispettisce il pubblico e permette a Banks di realizzare il 54-45 al 25′. Quando Ress vola a stoppare Anosike è un’ovazione ma subito dopo il centro biancoverde realizza il 54-47. A risollevare gli animi ci pensa Jackson con tripla e fallo per il 57-47. La guardia non realizza il libero del possibile +11 e gli ospiti riducono il gap con Cavaliero e Hanga. Nel finale del quarto l’Umana sciupa tutto si fa rimontare il vantaggio accumulato tanto che il periodo si chiude sul 57-55.

Ancora Jackson leva le castagne dal fuoco con la tripla del 60-55 allo scadere dei 24″. Lo imita Dulkys ed è 63-55. Smorza gli entusiasmi il quarto fallo di Ortner e il contropiede di Hanga (63-58). Avellino prova ad alzare la pressione difensiva. Jackson trova un libero importante, Ress regala a Goss l’assist del +8 quando mancano 7 minuti. Cavaliero tiene viva Avellino prima che il leone Peric fissi il nuovo +9 (69-60 a poco più di 5 dal termine). Finalmente Goss spezza la maledizione dei liberi e fa 2 su 2 portando l’Umana a +11. Il pubblico non condivide tutta una serie di chiamate arbitrali. Nella bagarre è Cavaliero a uscirsene con il canestro del -7 a -3′. Jackson infila uin canestro importantissimo ma Banks replica con la bomba del -6 a 2′ dalla fine. Sul 73-67 a 1’36″ dalla sirena Goss punta il canestro e la stoppata di Hanga è irregolare e vale il canestro del +8. Poi è Peric a incorniciare la sua prestazone con un canestro pazzesco all’ultimo minuto per il 77-67. Avellino prova il tutto per tutto con la tripla di Gains e con il fallo sistematico ma l’Umana Reyer gestisce il finale e porta a casa la vittoria.

Parziali: 19-20; 40-40; 57-55

Umana Reyer: Stone 7, Peric 28, Goss 14, Jackson 11, Ruzzier, Ress, Zucca ne, Ortner 6, Nelson, Viggiano 5, Ceron ne, Dulkys 8. All. Recalcati
Sidigas Avellino: Anosike 6, Gaines 12, Cadougan 4, Hanga 11, Banks 16, Cavaliero 16, Cortese, Trasolini 2, Severini ne, Lechtaler ne, Harper 4. All. Vitucci

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'annuncio di Zaia: «È ufficiale, il Veneto da lunedì in zona arancione»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento