menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La gara al Taliercio (foto: reyer.it)

La gara al Taliercio (foto: reyer.it)

Umana Reyer-Vanoli Cremona risultato partita 29 dicembre 2014

Gli orogranata chiudono alla grande con un'altra vittoria e primi in classifica il 2014: 82-56 al Taliercio e ancora vetta della classifica. Coach Recalcati: "Grande intensità. Alzando il livello difensivo abbiamo segnato tanto in transizione, bene"

L’Umana Reyer chiude l’anno da capolista superando Cremona e viene portata virtualmente in trionfo dai suoi tifosi al termine dell’ennesima prestazione da stropicciarsi gli occhi. Una partita che regala ancora una volta grandi emozioni e che viene decisa nella seconda parte dagli orogranata protagonisti di un allungo che non lascia scampo alla formazione ospite.

Cremona parte con un 4-0 l’Umana risponde con Goss e Ress che riprende da dove aveva chiuso a Trento infilando una tripla (5-4). Una tripla più libero di Hayes ribalta subito la situazione (8-5). Gli orogranata insistono con il tiro dal perimetro ma non vengono premiati fino al 5′ quando Peric realizza dalla distanza il 7-8. La partita resta punto a punto e ci pensa Peric a infiammare il Taliercio ma Cremona risponde a tono con Hayes (16-16 all’8′). Il primo quarto finisce comunque con l’Umana avanti: 20-18.

Gazzotti e Campani aprono il secondo quarto con due triple e Cremona ribalta la situazione (22-24). Al 12′ Mian firma il + 4 ospite e coach Recalcati chiama time out per riorganizzare le idee agli orogranata. Ma è ancora Cremona che con Mian trova la bomba del 22-29. L’Umana riprende a far girare bene la palla e Nelson trova la tripla del 27-29. E’ allora Pancotto a rifugiarsi nel time out. Gli orogranata sbagliano più del consueto e Cremona resta avanti (27-31 al 15′). Ci pensa Nelson a sbloccare la situazione con una nuova tripla (30-31) e con il canestro da sotto del nuovo sorpasso reyerino. Poi è Ruzzier a realizzare la tripla e a trovare in penetrazione il canestro che porta l’Umana sul +6 (37-31 al 18′). Ma si va comunque negli spogliatoi sul minimo vantaggio (37-35).

Hayes impatta subito al rientro in campo. Viggiano si sblocca e mette cinque punti di fila (42-37) e poi regala a Goss l’assist del 44-37 che infiamma il Taliercio e costringe Pancotto ad un nuovo time out per spezzare il ritmo agli orogranata. Ma l’Umana tocca il massimo vangaggio con Viggiano e Goss che infila in transizione la tripla del 51-39 al 24’15″. Il Taliercio canta finalmente all’unisono e Pancotto si rifugia nuovamente nel time out. E’ l’applaudito ex Vitali a sbloccare Cremona. L’Umana alza l’intensità difensiva e costringe gli ospiti a più di qualche palla persa. Ed è proprio da una di queste che nasce il contropiede del 55-41 finalizzato da Peric su palla recuperata da Stone. Al 28′ si scaviglia Peric ed è costretto ad uscire ma l’Umana non accusa il coplo e anzi si porta sul +17 grazie ad uno scatenato Viggiano che prima infila al volo su alley oop e poi realizza tre liberi per fallo su tripla (64-47).

Quando Phil Goss realizza nuovamente da tre la Reyer sale a +18 in apertura di ultima frazione. Poi è Dulkys a replicare a Gazzotti dall’arco (70-52 a 6′ dalla fine). L’Umana aumenta ulteriormente il vantaggio con canestro e libero di Goss e doppia entrata di Dulkys (77-52). A 3′ dal termine è già standing ovation per l’Umana Reyer e Goss risponde con l’incredibile canestro dell’81-54. E’ ormai pura accademia e Recalcati manda in campo anche i giovani Guisse e Romano.

Parziali: 20-18; 37-35; 64-47

Umana Reyer: Stone 3, Peric 11, Goss 17, Ruzzier 7, Romano, Ress 5, Guisse, Ortner 10, Nelson 8, Viggiano 12, Ceron, Dulkys 9. All. Recalcati

Vanoli Cremona: Hayes 10, Gazzotti 6, Vitali 6, Mian 7, Campani 11, Ferguson 3, Mei 3, Clark 6, Cusin 4, Bell. All. Pancotto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento