Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Il momento magico dello sport veneziano: dal basket al calcio, quante emozioni

La rimonta sul filo del rasoio della Reyer, ma anche la tenacia del Venezia calcio e la certezza chiamata Federica Pellegrgini: nei prossimi giorni i verdetti dei big match

Tonut e l'abbraccio a coach De Raffaele (foto: umana reyer)

E' un momento magico per lo sport veneziano che in questo mese, dal calcio al basket fino al nuoto, sta regalando tanta gioia ai suoi tifosi e un pizzico di orgoglio alla sua città e alla sua terra.

Basket

Se partiamo dal basket non possiamo non nominare il grande successo arrivato dopo 75 anni delle ragazze dell'Umana Reyer. La squadra ha battuto la temibilissima Famila Schio riuscendo a strappare di mano alle vicentine un titolo che la sponda femminile reyerina non vedeva dall'anno 1945-1946. La città, ancora in festa per il titolo rosa, si è risvegliata ancora incredula del miracolo orogranata della sponda maschile. Il -19 contro Sassari sembrava un macigno per i ragazzi di coach De Raffaele che sono riusciti nella straordinaria impresa di recuperare e di sorpassare gli avversari a una manciata di secondi dalla fine. Un risultato che lancia la Reyer nella storia: la società, infatti, è il sesto Club della Serie A che nella storia del campionato italiano è riuscito a centrare la semifinale scudetto per sei stagioni consecutive. In passato ci erano riuscite Milano, Virtus Bologna, Treviso, Fortitudo Bologna e Siena. Un risultato straordinario, come sottolineato da coach Walter De Raffaele nel post partita. La squadra affronterà gara1 già domani, sabato 22 maggio, a Milano.

Calcio

Se il basket sta regalando emozioni incredibili, non si può non dire la stessa cosa del calcio. L'ultima volta in serie A degli arancioneroverdi risale al 2001-2002 con la squadra trascinata da Filippo Maniero. Un lampo, ma un'emozione che oggi il gruppo guidato da mister Zanetti potrebbe riprovare. L'ultimo ostacolo sulla strada verso la massima serie sarà nientemeno che il Cittadella, i cugini veneti, che il Venezia affronterà il 23 e il 27 maggio. L'assessore veneto allo Sport Corrazzari a commentato: «Chiunque vincerà tra le due squadre, porterà un altro pezzo di Veneto in serie A e questo risultato rappresenterà una buonissima notizia non solo per il calcio, ma per tutto lo sport in generale». Una corsa quella dei lagunari incredibile: fatta di rimonte, rigori sbagliati dagli avversari e legni colpiti. Quando gira, gira: il Venezia di quest'anno sarà davvero un osso duro per i granata.

Nuoto

Infine ci sono sport come il nuoto che negli ultimi anni hanno sempre regalato emozioni: Federica Pellegrini, infatti, nelle scorse ore ha conquistato la sua 55a medaglia agli Europei di Budapest. Un successo infinito quello della campionessa di Spinea che ancora una volta ha portato il Veneto e l'Italia sul tetto, questa volta d'Europa. Quando si dice che lo sport fa bene: ecco, in queste ore, batticuore a parte, possiamo dire che è proprio vero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il momento magico dello sport veneziano: dal basket al calcio, quante emozioni

VeneziaToday è in caricamento