menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umana Reyer-Virtus Bologna: risultato partita oggi 4 marzo 2018

La tripla di Daye vale oro e a 36 centesimi dalla fine lancia gli orogranata ad essere capolista

Con un’incredibile tripla di Austin Daye a 36 centesimi dalla sirena, l’Umana Reyer si aggiudica in volata una tiratissima partita con la Segafredo Virtus Bologna ed è prima in classifica.

La gara

La partenza è di marca bolognese, con un 2-8 in poco più di 2’ che spinge coach De Raffaele a chiamare subito il time out. E’ Daye (in quintetto con Haynes, Tonut, Bramos e Watt) a segnare i primi 4 punti veneziani, poi Watt e una tripla di Bramos riportano gli orogranata a contatto (9-10 al 4’). Umeh si conferma ispirato dall’arco per la Virtus, che prova l’allungo, in un match spigoloso in cui alcune valutazioni arbitrali non convincono, sul 13-20 all’8’30”. Poi si erge a protagonista Tonut, con due canestri di fila e il libero finale di Jenkins dà il 18-20 al primo intervallo. L’Umana Reyer alza l’intensità difensiva, alternando zona e uomo, e Bologna va in difficoltà, tant’è che, alla quarta opportunità, arriva il primo vantaggio orogranata, firmato da un buon Biligha: 23-22 al 14’. Le squadre si rispondono colpo su colpo, con l’Umana Reyer che comunque non paga il bonus speso in 3’30”, trovando punti importanti da Watt e Tonut. Si entra negli ultimi due minuti sul 28-28, con Daye che torna protagonista: due liberi e una tripla (dopo recupero difensivo su Aradori), intervallati da una tripla di Bramos, scrivono il massimo vantaggio sul 36-29 all’ingresso nell’ultimo minuto, quando arriva il canestro finale di Lafayette per il 36-31.

La ripresa

In avvio di ripresa, si accende Aradori, che impatta a quota 37 al 22’30” con due triple consecutive, poi è Watt, con due canestri di fila, a riportare l’Umana Reyer sul 43-39 al 24’30”. Lafayette viene punito con un tecnico, con gli orogranata che tornano a +6 sulla schiacciata di Peric al 25’30”, ma Bologna si riavvicina a -2 (47-45) prima di un nuovo allungo di Peric (cinque punti di fila e 52-45 al 28’). L’elastico però prosegue e si va all’ultimo intervallo sul 52-50. La partita conferma l’equilibrio in avvio di ultimo quarto, in cui l’Umana Reyer fatica un po’ in attacco, permettendo a Bologna di impattare a quota 56 al 33’ con la tripla di Pajola. L’inerzia sembra essere girata e la Segafredo completa, nonostante il time out di coach De Raffaele, un terrificante break di 4-19 che la porta sul 56-64 subito dopo metà periodo. Ma gli orogranata tirano fuori l’orgoglio e riaprono in match con un 8-0 in 1’13”, firmato Daye-Haynes. E le emozioni non finiscono qui: Bologna di nuovo a +4 (64-68) al 38’, poi Watt segna, ma fa 0/2 dalla lunetta. La parità arriva con i liberi di Tonut a -53”, con Lafayette che poi sbaglia da 3, Bramos recupera il rimbalzo, ma Haynes perde palla in un’apertura a tutto campo. E’ così Aradori, a meno di 7”, a trovare il sottomano del 68-70. Poi, dopo il time out, l’invenzione “da campione” di Daye e, sull’ultima rimessa, non funziona l’alley-oop di Ndoja per Slaughter, così l’Umana Reyer fa festa, vincendo 71-70.

Parziali: 18-20; 36-31; 52-50

Umana Reyer: Haynes 3, Peric 8, Bramos 8, Tonut 11, Daye 20, De Nicolao 2, Jenkins 3, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 6, Cerella ne, Watt 10. All. De Raffaele.

Segafredo: Jurkatamm ne, Umeh 24, Pajola 7, Baldi Rossi 1, Ndoja 2, Lafayette 8, Aradori 19, S. Gentile, Berti ne, Lawson 1, Slaughter 8. All. Ramagli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento