menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Unione gioisce per le disavventure altrui: il Porto Tolle perde e si stacca

Gli arancioneroverdi sconfiggono al Penzo il Città di Concordia per 2 a 0 e i diretti rivali per la promozione hanno perso a Pordenone. Capitan Collauto: "Le difficoltà ci hanno ricompattato"

E' una Unione Venezia che torna a sorridere dopo la vittoria contro il Città di Concordia per 2 a 0. Le liete novella, però, più che dal Penzo arrivano dagli altri campi. Le avversarie dirette per la promozione infatti rallentano entrambe il passo e ora, a tre giornate dal termine del campionato, la squadra di mister Sassarini guida la classifica con 64 punti.

 

Tre più indietro si trova il Delta Porto Tolle, che oggi è andato a perdere sul campo del Pordenone per 2 a 0. Il "terzo incomodo" Legnago rallenta ulteriormente il passo pareggiando a reti inviolate contro il Mezzocorona. Gli scaligeri inseguono gli arancioneroverdi a cinque punti di distacco.

Per i lagunari quest'oggi, in una partita disturbata dalle difficili condizioni meteo, sono andati in rete Grifoni e Oliveira. Il primo ha trafitto il portiere avversario Bertoni a soli tre minuti dall'inizio del match, mentre il secondo ha respinto le velleità di pareggio degli ospiti al 38esimo del secondo tempo.

 

"La squadra per come ha affrontato la gara ha anche giocato un buon calcio - ha dichiarato capitan Collauto - Siamo contenti di avere ritrovato uno spirito battagliero. Di fronte alle difficoltà della seconda parte di campionato ci siamo ricompattati, e in questo senso lo staff tecnico ha fatto un grande lavoro". Poi un auspicio per l'ultima gara al Penzo: "Spero che vengano tanti tifosi - commenta il giocatore - Abbiamo bisogno di 3mila persone allo stadio, perché può davvero fare la differenza".

 

LE DICHIARAZIONI DI CAPITAN COLLAUTO NEL POST-PARTITA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento