rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

Unione Venezia "espugna" il Penzo. Batte il Fano e punta alla zona play off

L'undici di mister Zanin si impone 2 a 1 con reti di Godeas e Maracchi. Risultato importantissimo perché aumenta la striscia positiva che porta ora la formazione a quota 24, pronta a giocarsi i play off

L'Unione Venezia "espugna" il Penzo per la seconda volta, vince una partita delicata per il proseguo del campionato. Batte il Fano 2 a 1 con reti di Maracchi e Godeas. Di seguito le interviste raccolte in sala stampa. 

Mister Zanin: "Volevamo fortemente questi 3 punti anche se sapevamo che non sarebbe stato facile ottenerli. Oggi siamo a 24 punti, ad 8 punti dalla prima e a 1 dalla zona palyoff, dobbiamo stare li attaccati e sapere dove andare a migliorare. Complessivamente però sono contento e devo fare i complimenti ai miei ragazzi perchè hanno dato tutto. Per qaunto riguarda l'episodio del rigore e le proteste che sono seguite, Cabeccia mi ha detto di aver preso sia la palla che il giocatore, sono episodi che nel calcio succedono, dopo abbiamo assistito anche ad un paio di episodi a nostro favore che non sono stati fischiati. In generale quella di oggi è stata una partita scorbutica, dovremo abituarci perchè il girone di ritorno ci presenterà partite anche peggiori per questo dobbiamo imparare ad essere più pratici e a sfruttare tutte le occasioni che ci si presenteranno."

Federico Maracchi: "Sono contento, quello di oggi è stato il mio 5° goal personale, sono già ad 1 in più rispetto all'anno scorso. Volevamo questi 3 punti ed oggi siamo partiti bene passando in vantaggio dopo 8 minuti, poi però abbiamo arretrato un pò troppo il baricentro e abbiamo subito il goal su rigore. Nel secondo tempo è stato il Fano a ripartire bene, hanno impostato la gara sul piano fisico ma per fortuna siamo ritornati in vantaggio con Godeas. Ci serviva trovare un pò di continuità, speriamo di continuare così."

Francesco Bonato: "Il rigore ci stava, il giocatore è stato toccato, dobbiamo migliorare ma sono episodi che capitano. Come al solito ci siamo complicati un pò la vita ma volevamo questa vittoria a tutti i costi, dietro abbiamo corso meno rischi del solito, eravamo forse più tranquilli. Quello di oggi è stato un bellissimo esordio, un sogno che auguro di vivere a tutti. Denis Godeas: "Mi dava fastidio non essere ancora riuscito a segnare in casa ma la cosa più importante è chiaro che rimane il risultato e l'essere riusciti a  trovare un pò di continuità. In generale mi dispiace, e l'ho già detto, perchè questa è una squadra che per come si allena in settimana e per le potenzialità che ha, potrebbe fare molto meglio e che può fare un campionato di vertice. Dobbiamo continuare a lavorare, le cose possono solo che migliorare, ci manca quel gradino in più che ci permetta di subire e soffrire meno. Per quanto riguarda il recriminato episodio del rigore, dico che è vero che nel calcio gli episodi possono fare la differenza ma dico anche che, se oggi una squadra doveva vincere, quella era la nostra. Domenica ci aspetta il Savona, una squadra di categoria contro cui dobbiamo giocare una buona partita perchè proseguire la striscia positiva ora è fondamentale."

Marco Cabeccia: "Ho preso piede e palla dell'avversario, il rigore ci poteva stare e infatti non ho protestato, l'espulsione non so perchè onestamente non ho visto la mia posizione. Domenica ci aspetta una partita importante, conosco bene l'allenatore del Savona e so che è un gran motivatore in più loro avranno una gran voglia di riscatto dopo la sconfitta di oggi. In settimana lavoreremo col reparto difensivo per concedere sempre meno agli avversari."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Venezia "espugna" il Penzo. Batte il Fano e punta alla zona play off

VeneziaToday è in caricamento