rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022

Venezia F.C. è il nuovo testimonial del concorso "Disegna a fumetti la Carta Etica dello sport veneto" | VIDEO

Il concorso coinvolge studenti e atleti nella realizzazione di un vero e proprio fumetto che illustri i contenuti della Carta etica dello sport veneto. I lavori migliori saranno raccolti all’interno di un libro che verrà successivamente inviato alle scuole e alle società partecipanti

Campioni nello sport ma anche nella vita: la Carta etica dello sport veneto è un codice di comportamento che si rivolge agli enti e ai soggetti interessati all’attività motoria e sportiva. Approvato dal Consiglio regionale nel corso del 2017, il documento si compone di quattordici articoli volti a sostenere e a promuovere tutti quei valori etici e morali cui un agonismo corretto e pulito intende riconoscersi. I molti principi elencati – tra i quali: il rispetto degli avversari e delle regole, la lealtà e l’onestà – sono anche i protagonisti del concorso Disegna a fumetti la Carta Etica dello sport veneto, che coinvolge gli istituti secondari di primo e secondo grado (insieme agli atleti tesserati di società affiliate a federazioni sportive nazionali o a enti di promozione sportiva del Coni e del Cip) nella realizzazione di un vero e proprio fumetto. 

L’obiettivo del bando, quindi, è quello di realizzare un racconto grafico che illustri i contenuti della Carta etica. I lavori migliori saranno poi raccolti all’interno di un libro che verrà successivamente inviato alle scuole e alle società partecipanti.

Promossa da Regione Veneto, Unpli Veneto e Miur, l’iniziativa si avvale ogni anno di testimonial d’eccezione che rappresentano i più profondi valori dello sport veneto. Così, dopo Federica Pellegrini, le atlete dell’Imoco Volley e i “Bersaglieri” del Rugby Rovigo Delta, a premiare i giovani vincitori dell’edizione 2020-2021 saranno i giocatori del Venezia F.C.

Si tratta di una sfida all'ultimo tratto di matita, la cui presentazione ufficiale è avvenuta questa mattina all’interno dello stadio Penzo, alla presenza di Duncan Niederauer, presidente del Venezia Football Club; Cristiano Corazzari, assessore regionale allo Sport; Giovanni Follador, presidente UNPLI Veneto; e Andrea Tomaello, vicesindaco del Comune di Venezia. 
 
«La Carta etica dello sport è ormai un documento di importante significato – ha esordito Corazzari – perché trasmette i valori della condivisione, elemento fondante della società. Non a caso, il Veneto è una regione di sportivi: sono infatti più di 100mila i volontari impegnati nel settore e quasi 500mila gli atleti iscritti alle varie federazioni sportive. Ad oggi sono 544 i sottoscrittori della Carta etica e il nostro obiettivo è di ampliare il numero. Il testimonial di quest’anno, il Venezia F.C., ha dato estrema disponibilità e ha accolto il progetto con grande interesse, dimostrando di condividerne i valori».

Niederauer, sottoscrivendo ufficialmente la Carta etica dello sport veneto, ha dichiarato: «All’eccellenza in campo deve sempre necessariamente corrispondere un’eccellenza anche nella vita perché, nello sport, la vittoria è importante ma il rispetto del gioco e dell'avversario sono fondamentali. Iniziative come quella di oggi sono essenziali perché riportano alla luce i veri valori agonistici».

«L'accoglienza che i ragazzi hanno riservato negli anni a questo concorso – ha sottolineato Follador – evidenzia quanto siano sentiti dai giovani temi quali etica, rispetto delle regole e appartenenza: solo lo scorso sono pervenuti ben 446 lavori provenienti da 73 scuole e da 19 associazioni sportive».

Tomaello ha perciò concluso: «Sono davvero contento che il Venezia FC sia, quest’anno, il testimonial del concorso: la società sta facendo molto non solo in ambito sportivo ma anche in quello sociale e per la città. È un giusto riconoscimento».

Tutte le informazioni sul bando di concorso sono disponibili online.

Video popolari

Venezia F.C. è il nuovo testimonial del concorso "Disegna a fumetti la Carta Etica dello sport veneto" | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento