Venezia, tanta voglia di playoff: il Palermo esce annichilito dal match del Penzo

Una delle partite chiave per il finale di campionato si risolve con un uno-due mortifero: dopo 16 minuti gli arancioneroverdi erano avanti di 2 lunghezze. I rosanero soccombono 3 a 0

Foto 12esimo leone

E' stato un uno-due mortifero da cui il Palermo non si è più ripreso. Super partita del Venezia in un Penzo che ribolle di entusiasmo per la prospettiva playoff di serie B: i ragazzi di mister Pippo Inzaghi hanno battuto i rosanero per 3 a 0, conquistando 3 punti fondamentali per continuare a essere nel novero delle squadre che potranno giocarsi la promozione nella massima serie fino alla fine. Gli arancioneroverdi salgono al quinto posto in classifica, in attesa delle contendenti. 

La diretta testuale del match

Venezia quadrato

Ha aperto la sagra del gol Suciu all'11esimo con un mortifero tracciante mancino da 20 metri. Un tiro imperdibile per il portiere avversario, Pomini, costretto a capitolare di fronte a una conclusione potente e precisa. Incontenibile l'esultanza di Inzaghi in panchina, consapevole dell'importanza del match. La partita si mette sui binari più congeniali al Venezia, che dopo 5 minuti raddoppia grazie a un'altra bordata da fuori area. Stavolta è Stulac a insaccare, approfittando della troppa libertà che la difesa rosanero ha garantito ai centrocambisti arancioneroverdi. Un 2 a 0 insperato alla vigilia, con il Venezia che da quel momento in avanti è riuscito a controllare con disinvoltura il matc. Anzi, al 19esimo Litteri ha sfiorato addirittura il tris, con tiro incrociato d'un soffio sul fondo, sfruttando una papera di Struna. Il Venezia controlla e rende sterile il prolungato possesso palla del Palermo, che si scontra contro l'ordinata difesa lagunare. 

Palermo mai in partita

Si va all'intervallo sul 2 a 0 e col Venezia in pieno controllo: un copione che non cambia nemmeno al ritorno in campo. Anzi, al 64esimo è l'ex Andelkovic a chiudere il match con una zampata in area su parapiglia dopo un cross dalla destra. Il giocatore non esulta per rispetto della sua ex squadra, ma ciò che conta è il risultato che vanifica le mosse tattiche di mister Tedino: al 55esimo era entrato l'ex lagunare Moreo, al posto di Accardi, cambiando il modulo sul 4-3-1-2. Dal 3 a 0 in poi è solo accademia, giusto il tempo di un (piccolo) brivido per i tifosi accorsi al Penzo per un palo colpito in tempo di recupero da Trajkovski. Troppo poco per impensierire un Venezia in palla e a questo punto pronta per giocarsi le sue carte anche ai playoff. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento