Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Umana Reyer sempre più regina: contro la Virtus Segafredo vittoria sulla sirena

Gli orogranata espugnano anche il PalaDozza e restano imbattuti in testa alla classifica. 87-88 il finale al termine di una partita emozionante e spettacolare

Un momento del match (foto: reyer.it)

Grandissima vittoria dell’Umana Reyer, che espugna anche il PalaDozza e resta imbattuta in testa alla classifica. 87-88 il finale al termine di una partita emozionante e spettacolare, con gli orogranata che coronano nel finale la rimonta, dopo aver toccato anche il -17.

PRIMO TEMPO

Con l’intero roster a disposizione, l’Umana Reyer parte con Haynes, Johnson, Bramos, Peric e Watt in quintetto. Fin dalle prime azioni c’è grande intensità difensiva su entrambi i fronti, poi Haynes sblocca il punteggio da 3 e Peric, con un gioco da tre punti e un altro canestro, allunga sul 3-8 al 3’. Nonostante una buona costruzione di gioco, gli orogranata sbagliano qualche buon tiro e Alessandro Gentile impatta a quota 10 poco prima di metà quarto, aprendo un parziale di 9-0 per Bologna, che poi diventa 11-1 e 19-4 con Aradori (10 punti all’intervallo) gran protagonista per il 25-14 al 9’30”, poi limato con il liberi di De Nicolao sul 25-16 al primo intervallo. Il secondo quarto si apre con una rubata di Rosselli convertita nel 27-16, ma si accende Orelik, schierato da ala piccola, e con le due triple del lituano all’11’30” è 30-24. L’Umana Reyer paga però le troppe palle perse e i rimbalzi offensivi (ben 11!) di una Bologna più reattiva, trascinata da Alessandro Gentile e soprattutto Lawson al +17 (43-26 al 16’). Peric prova a dare la scossa, seguito da una bella giocata individuale di Johnson e, sull’antisportivo di Umeh, Bramos mette i liberi e poi la tripla del 45-35 al 18’. Dopo il canestro di Lafayette, gli ultimi punti del primo tempo sono di Orelik e di Johnson in contropiede, così si va all’intervallo lungo con l’Umana Reyer sotto la doppia cifra di ritardo: 47-39.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con il terzo fallo di Bramos (comunque ottimo in difesa su Alessandro Gentile) e poi quello di Peric, ma si accende Johnson (13 punti con 4/4 da 3, con anche un gioco da 4 punti, in meno di 6’!) e, in una gara in cui gli attacchi mostrano ottima qualità e continuità, con gran precisione dall’arco (oltre a Johnson, protagonisti anche Peric e Ndoja), l’Umana Reyer lima punto su punto fino al 62-61 al 26’. La panchina bolognese chiama time out e, dopo il tiro da 3 aperto per il sorpasso fallito da Bramos dopo il recupero difensivo orogranata, i padroni di casa riallungano fino al 68-61 al 27’. Jenkins, con 5 di fila, torna a muovere il punteggio veneziano, ma il finale di quarto vede il ritorno in campo da protagonista di Lawson, che chiude il periodo sul 75-68. Jenkins ne mette altri 4 e, sul 2/2 dalla lunetta di Orelik, è di nuovo -1 (75-74) al 31’, anche se Stefano Gentile realizza due triple di fila che spingono coach De Raffaele al time out sull’81-74 al 32’. L’Umana Reyer alza l’intensità difensiva e, su un raddoppio Watt-Cerella su Aradori nasce il recupero convertito in due punti da Peric in contropiede, con altri 2 di Haynes per l’81-78 al 33’30”, con time out questa volta di coach Ramagli. Watt trova l’81-80 al 34’ e, dopo il terzo fallo di Cerella, che vale il bonus, Haynes e Bramos falliscono le triple del sorpasso, così come Johnson (con quintetto piccolo in campo: dentro Peric per Watt), stoppato da Alessandro Gentile. Arriva comunque la parità, a quota 82, con Johnson al 36’30” e il sorpasso, sull’82-84 di Orelik dopo recupero difensivo di Watt al 37’. Aradori trova subito il controsorpasso da 3, poi, in campo, solo errori (compreso uno 0/2 dalla lunetta di Alessandro Gentile a -1’09”). De Raffaele chiama time out a -53”, con errore di Bramos da 3, ma rimbalzo offensivo e fallo subito a -50” da Orelik: 2/2 e 85-86. Bramos difende perfettamente su Alessandro Gentile, recupera il rimbalzo e subisce il quinto fallo di Slaughter: a -32”, 1/2 dalla lunetta e 85-87, poi Aradori sbaglia e, sul rimbalzo orogranata, Bologna riesce a spendere fallo solo a -11”, anche se pure Haynes fa 1/2 ed è 85-88. Dopo il time out bolognese, Aradori sbaglia da 3, ma arrivano i due di Lafayette per l’87-88 a -4”80. Time out De Raffaele, Haynes rimette nelle mani di Watt, con il fallo di Alessandro Gentile a -2”70: Watt fa 0/2, ma la preghiera di Rosselli da centrocampo non va.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umana Reyer sempre più regina: contro la Virtus Segafredo vittoria sulla sirena

VeneziaToday è in caricamento