rotate-mobile
Sport

Con il 4-3 sul Kaos, il Franco Gomme Venezia rilancia il sogno della serie A

Ieri sera al Palabigi di Reggio Emilia, i lagunari hanno conquistato la vittoria con uno straordinario recupero e sorpasso, il 5 e 12 maggio ci si gioca la salvezza con il Fiumicino

Chi, al 23’ del secondo tempo, avrebbe scommesso un solo euro sulla “risurrezione” di un Franco Gomme Venezia infilato già tre volte dal Kaos Futsal? Ebbene, proprio ieri sera al Palabigi di Reggio Emilia sarebbe valsa la pena “rischiare” quell’euro sulla bandiera arancioneroverde, visto che negli ultimi 17’ i ragazzi di Luigi Pagana sono risaliti dalla serie A2 nella quale parevano (non solo virtualmente) ripiombati dopo un solo anno in serie A. Toccato il fondo Ercolessi e compagni hanno iniziato a nuotare tutti assieme riuscendo a risalire, rimontando il Kaos, battendolo con un eccezionale 4-3 che condanna i bolognesi all’amara retrocessione: per i lagunari, invece, la salvezza andrà conquistata definitivamente il 5-12 maggio nella doppia sfida con quel Fiumicino che, non più tardi di mercoledì scorso, era uscito dal Palacosmet con uno 0-0 vanificato oggi dal ko (3-4) con la Luparense.

Al Palabigi rispetto al pareggino con i rossoblù capitolini mister Pagana cambia per tre quinti lo starting five, confermando il portiere Bertoli e Almir Rossa, inserendo capitan Ercolessi, Canonica e Bellomo. Il Kaos risponde con Bragaglia, Ghiotti, Marquinho, Andrè Ferreira e Scandolara. La difesa e il pressing subito molto alti da parte dei bolognesi non impediscono al Venezia di fare la partita. Dopo 3’ la prima conclusione del match è di Ercolessi, il cui sinistro è abbondantemente a lato; a 4’23’’ rimessa laterale di Alan per Chimanguinho che da posizione centrale impegna seriamente Bragaglia, meno di un minuto dopo Urio scalda le mani a Bertoli con un tiro dalla distanza, mentre sul fronte opposto Cantagallo trova la potenza ma non lo specchio, a differenza di Toninandel che impegna Bertoli.

Al 9’ ci provano anche Chimango (sul fondo) e Canonica (centrale, para Bragaglia), il ritmo sale, l’agonismo cresce e a 10’52’’ i lagunari la combinano grossa: lancio lungo del Kaos a scavalcare il centrocampo, Canonica e Bertoli si ostacolano al limite dell’area e per Marquinho è un gioco da ragazzi depositare nella porta sguarnita. Sotto 1-0 il Venezia reagisce di rabbia ma Bellomo e Almir Rossa per due volte ciascuno non hanno fortuna trovando un Bragaglia sempre attento. Lo sforzo non produce gli effetti sperati e a 13’05’ il Kaos fa il bis: azione in fotocopia con lancio lungo, Bertoli esce in ritardo e Toninandel (perso in marcatura da Ercolessi) firma di testa un pesantissimo 2-0. Ancora Bragaglia salva la sua porta al 16’ sul destro a botta sicura di Cantagallo su assist di Chimanguinho. Si va all’intervallo sul 2-0 per i padroni di casa, mentre il Fiumicino batte 2-1 la capolista Luparense.

Scontato dire che il Franco Gomme nella ripresa debba giocarsi il tutto per tutto per cambiare le sorti di un match a dir poco in salita, pressoché segnato dopo 2’55’ quando nell’area lagunare a Urio viene lasciato il tempo per il tocco ravvicinato del 3-0. Il Venezia ad ogni modo non molla e a 3’26’’ Bellomo (dopo un giallo ad Almir Rossa per un fallo su Toninandel) accorcia in tap-in dopo una parata imprecisa di Bragaglia sul sinistro teso di Ercolessi. Il portiere del Kaos si riscatta su Bellomo ed Ercolessi, ma subisce a 6’39’’ un gol in fotocopia (però sulla destra) con il tocco vincente di Canonica.

La gara adesso è infuocata, a maggior ragione negli ultimi 10’ quando giunge la notizia del sorpasso della Luparense a Ostia. Quando mancano 7’58’’ Toninandel commette il quinto fallo dei suoi stendendo Chimanguinho poco fuori area, sul punto di battuta va Almir Rossa (precedentemente murato da Bragaglia, come Ercolessi) che con un siluro firma l’incredibile (fino a pochi minuti prima) 3-3 che significherebbe salvezza.

In un amen i ragazzi di Pagana hanno stravolto la “psicologia” della sfida, capiscono che il Kaos ha perso le certezze e tentano di affondare subito il colpo: detto fatto, a 6’15’’ dalla sirena altro tap-in a segno di Canonica per uno straordinario sorpasso. A poco più di 4’ dal termine anche il Venezia commette il quinto fallo (Almir Rossa su Urio) e mister Colini ricorre a Scandolara come portiere di movimento. A -2’48’’ Canonica salva su Volpato, poi gli arancioneroverdi giocano col cronometro gestendo la palla, mentre arriva l’ufficialità del definitivo 4-3 della Luparense in casa del Fiumicino, risultato che condanna il Kaos. I locali non trovano più varchi, Chimanguinho mura Scandolara a 67’’ dal termine, poi Bertoli dice di no sempre al numero 15 di casa.

Finisce 4-3 con il Franco Gomme Venezia felice (a dir poco) per il purgatorio dei playout e il Kaos giù all’“inferno” in serie A2.


KAOS FUTSAL – FRANCO GOMME VENEZIA 3-4 (p.t. 2-0)
KAOS FUTSAL: Bragaglia (p), Tonidandel, Marquinho, Drago, André Ferreira, Volpato, Urio, Vernocchi (p), Sapia (p), Ghiotti, Scandolara, Grancini. All.: Colini.
FRANCO GOMME VENEZIA: Ercolessi, Canonica, Bellomo, Chimanguinho, Penzo, Callegarin, Chimango, Almir Rossa, Androni (p), Cantagallo, Alan, Bertoli (p). All.: Pagana.
ARBITRI: Cossu (Cagliari), Massini (Roma 1) e Sabatini (Bologna); crono Maggiore (Bologna).
MARCATORI: 10’52’’ Marquinho (K), 13’55’’ Toninandel (K) del pt; 2’55’ Urio (K), 3’26’’ Bellomo (V), 6’39’’ Canonica (V), 12’03’’ Almir Rossa (V), 13’45’’ Canonica (V) del s.t.
NOTE: osservato un minuto di raccoglimento in ricordo del calciatore del Livorno, Pieramario Morosini, scomparso il 14 aprile scorso. Ammoniti: Ghiotti (K), Alan (V), Sapia (K), Almir Rossa (V) e Urio (K). Tiri liberi: Kaos 0/0, Venezia 0/0.


Gli altri risultati della 26^ e ultima giornata: Finplanet Fiumicino-Alter Ego Luparense 3-4, Acqua&Sapone Fiderma-Augusta 7-3, Ponzio Pescara-Bisceglie 7-7, Asti Acqua Eva-Montesilvano 2-1, Marca Futsal-Lazio 6-3, Real Rieti-Promomedia Putignano 0-3.
La classifica finale della regular season 2011/12: Alter Ego Luparense 66; Marca Futsal 61; Lazio 46; Montesilvano 45; Ponzio Pescara 43; Asti Acqua Eva 42; Acqua&Sapone Fiderma e Promomedia Putignano 41; Bisceglie 30; Real Rieti 27; Franco Gomme Venezia 24, Finplanet Fiumicino e Kaos Futsal 21; Augusta 6. I verdetti: le prime 8 ai playoff scudetto con i seguenti abbinamenti: Alter Ego Luparense-Promomedia Putignano, Lazio-Asti Acqua Eva, Montesilvano-Ponzio Pescara, Marca Futsal-Acqua&Sapone Fiderma; Franco Gomme Venezia-Finplanet Fiumicino ai playout; Augusta e Kaos Futsal retrocesse in serie A2; promosse in serie A Verona C5 e Congianco Genzano.
 
I playout si disputeranno sabato 5 e 12 maggio (ore 20) con gara di andata in casa del Fiumicino e ritorno al Palacosmet di Dolo: rimarrà in serie A la squadra che nelle due partite avrà realizzato il maggior numero di reti; in caso di parità al termine del match di ritorno saranno disputati due tempi supplementari di 5’ l’uno. In caso di ulteriore parità retrocederà in serie A2 la Finplanet Fiumicino in quanto 12^ classificata al termine delle regular season. Non sono previsti i calci di rigore.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il 4-3 sul Kaos, il Franco Gomme Venezia rilancia il sogno della serie A

VeneziaToday è in caricamento