rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Volley

Enrica Merlo, la fedeltà sportiva fatta persona

La giocatrice che è di casa a Sottomarina di Chioggia lascia Scandicci dopo ben 9 entusiasmanti stagioni

Vola solo chi osa farlo. La Savino del Bene Scandicci ha deciso di “scomodare” questa celebre frase dello scrittore Luis Sepulveda per salutare colei che è stata più che una semplice giocatrice per il club fiorentino negli ultimi nove anni. Enrica Merlo non farà parte del roster toscano nella stagione 2024-2025, una scelta non semplice per il libero originario di Este ma da tempo stabilmente a Sottomarina di Chioggia che è stato costretto a vivere l’ultimo campionato ai margini a causa di un brutto infortunio.

Capitano, simbolo e bandiera: Enrica Merlo viene considerata tale da Scandicci e a ragione, visto che le sue nove stagioni da protagonista testimoniano quanto sia fondamentale per lei la fedeltà sportiva. Una fedeltà sportiva fatta persona si potrebbe dire, visto che prima dell’esperienza con la Savino Del Bene era stata uno dei punti fermi di Bergamo per altri otto anni. Una vera e propria merce rara per la pallavolo moderna e che non può non far apprezzare maggiormente Enrica Merlo.

Pochi giorni fa ha voluto ringraziare via social le sue compagne di squadra per come l’hanno supportata in una delle annate più complicate della carriera (rottura del crociato e appena 3 presenze in campo): “Da Agosto passando a fare un crociato nuovo, per poi arrivare qui. Grazie alla squadra, grazie alle mie compagne di vita di questa annata vissuta poco (ahimè) da capitano e da atleta nella quotidianità al vostro fianco. Ed è proprio per questo che voglio dirvi ancora GRAZIE ma di CUORE perché anche da lontano o da bordo campo siete state la mia motivazione più grande. Donne straordinarie, vi voglio un gran bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrica Merlo, la fedeltà sportiva fatta persona

VeneziaToday è in caricamento