Sabato, 19 Giugno 2021
/~shared/avatars/44914658043301/avatar_1.img

Giuseppe

Rank 0.0 punti

Iscritto domenica, 9 giugno 2019

Automobile tampona un tir in autostrada: morto un 45enne

"Ennesima tragedia annunciata, nel silenzio e nell'immobilità della Concessionaria autostradale. Non si adottano misure sufficienti a contenere il fenomeno e la gente continua a morire sul tratto autostradale dove si verificano il più gran numero di incidenti. Possibile mai che non esistano e non vengano adottate un minimo di soluzioni?"

1 commenti

L'Italia chiusa fino a fine mese e il Veneto in zona rossa per altre 2 settimane

"Un anno è appena trascorso e tutta Italia è ancora ferma, alle prese con una pandemia che continua a diffondersi, grazie al "fattore umano": la socialità.
Non c'è giorno, da più di 365 giorni, che gli argomenti trattati siano quasi esclusivamente legati alla pandemia ed a tutti gli effetti collaterali: chiusure, prigionia, smart working, cassa integrazione, ospedale al collasso, terapie interrotte, sanitari sfiniti, forze dell'ordine insufficienti, politici scaricabarile, settori economici in crisi, etc...
Credo che, dopo più di un anno, tutti siano stufi: delle solite notizie, dei bollettini settimanali, delle zone arcobaleno, delle autocertificazioni, delle mascherine e del gel lavamani, del cappuccino nel bicchiere di cartone che non andrebbe nella raccolta della carta, insomma....

Insomma... basta, non se ne può più.

ma che errori abbiamo commesso per meritarci questo inferno in terra?

Cari giornalisti, voi fate il vostro lavoro riempiendo di nero intere pagine bianche.
Ma avete stufato, anche voi, anche se lo fate per dovere di informazione.

Piuttosto... informate la gente su come vanno a finire le denunce per violazione delle norme in vigore da un anno, informate la gente di come si vive dopo essere sopravvissuti ad un ricovero ospedaliero per Covid, informate la gente su come è più economicamente conveniente comportarsi con buonsenso che non subire le ire del governo con misure sempre più restrittive, che comportano sempre e dopo di dover reperire i fondi per compensare gli indebitamenti nei confronti dell'Europa, informate correttamente... piuttosto.

Sono stufo. L'ho già detto? Allora lo ripeto. E lo ripeterò ogni giorno, fino a quando tutto questo non avrà fine."

6 commenti

Smog: Venezia sul podio dei capoluoghi "fuorilegge"

"Adesso però non bisogna dare la colpa solo alla mobilità, che non verrà mai sostenuta. Il meccanismo, evidentemente, si è inceppato su altre fonti di inquinamento, di cui "non si vuole" fare i nomi."

2 commenti

Il titolare del Bacaro Quebrado: «Ho aperto, ma troppi maleducati, sono deluso. Non so se riaprirò»

"Chi meglio di chi lavora in questo settore conosce bene la propria clientela e la sua mentalità? Un rischio mal calcolato, solo per cercare di far soldi per sopravvivere. Ma la clientela se ne frega di chi cerca di sopravvivere e del virus, tanto... capita solo agli altri... che sono solo sfigati.
Purtroppo tocca accettare amaramente la realtà e sperare di sopravvivere con i mitici ristori, se e quando arriveranno."

3 commenti

Mose, Zincone: «Previsioni maree di due tipi». Agostini: «Aggiornare i modelli matematici»

"Non si può dimenticare la polemica sorta con quel sito di previsioni che annunciava possibile maltempo, facendo perdere prenotazioni e presenze sul litorale.
Oggi quel sito non si azzarda più ad avvisare di possibili maree oltre un certo limite, avvisando solo che ci saranno forti venti meridionali.
L'economia locale non perderà più clienti, ma città e cittadini pagheranno il prezzo più amaro. Complimenti!"

2 commenti

Un weekend di assembramenti all'aperto

"La Protezione Civile poteva passare col megafono ed invitare la gente ad andare a casa, sia a Mestre che in altre località. Non si è compreso a sufficienza la pericolosità della situazione, evidentemente ci vuole un pugno duro che finora è mancato. Con i ringraziamenti di chi, come me, ha evitato di esporsi e che sarà comunque costretto a rimanere chiuso in casa per colpa dell'egoismo degli altri, che riempiranno gli ospedali e, forse, moriranno per colpa di se stessi."

3 commenti

Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

"Non si può controllare migliaia di camion ogni giorno. E quando se ne ferma uno per contestare l'infrazione, ci sono tutti gli altri che rimangono impuniti.
Possibile che tutti questi incidenti accadano solo su quel tratto?
Non è solo una coincidenza, ma evidentemente c'è qualcosa che non va e BISOGNA intervenire, per evitare morti, feriti, "prigionieri" e danni economici.
Su altri tratti autostradali con 3 corsie esistono anche limiti più stringenti, anche per le automobili. La A2 in Calabria, tanto per essere espliciti, su cui vigono gli 80 km/h per tutti. Non aggiungo altro, solo che non se ne può più."

3 commenti

Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

"Ma perché non istituire il limite di velocità a 70 km/h per tutti i mezzi pesanti, con divieto di sorpasso? L'obbligo di rispettare le distanze non lo rispettano, quindi tanto vale aumentare la sicurezza di tutti con provvedimenti pesanti. È ora di smetterla di rimanere prigionieri di un'autostrada con un tasso di incidentalità così alto. Ovviamente ostaggi paganti, perché la concessionaria non rimborsa nulla."

3 commenti

Incidente in A4 tra Portogruaro e San Stino: chilometri di coda, consigliata la deviazione

"Uno stillicidio continuo, con disagi estenuanti.
E' facile scaricare la colpa su chi guida, quando su altri tratti autostradali non si verificano così tanti incidenti.
Possibile che la Concessionaria non adoperi iniziative di protezione per gli altri utenti della strada, mettendo in sicurezza una delle maglie nere della viabilità italiana? Mah..."

1 commenti

Automobile tampona un tir in autostrada: morto un 45enne

"Ennesima tragedia annunciata, nel silenzio e nell'immobilità della Concessionaria autostradale. Non si adottano misure sufficienti a contenere il fenomeno e la gente continua a morire sul tratto autostradale dove si verificano il più gran numero di incidenti. Possibile mai che non esistano e non vengano adottate un minimo di soluzioni?"

1 commenti

L'Italia chiusa fino a fine mese e il Veneto in zona rossa per altre 2 settimane

"Un anno è appena trascorso e tutta Italia è ancora ferma, alle prese con una pandemia che continua a diffondersi, grazie al "fattore umano": la socialità.
Non c'è giorno, da più di 365 giorni, che gli argomenti trattati siano quasi esclusivamente legati alla pandemia ed a tutti gli effetti collaterali: chiusure, prigionia, smart working, cassa integrazione, ospedale al collasso, terapie interrotte, sanitari sfiniti, forze dell'ordine insufficienti, politici scaricabarile, settori economici in crisi, etc...
Credo che, dopo più di un anno, tutti siano stufi: delle solite notizie, dei bollettini settimanali, delle zone arcobaleno, delle autocertificazioni, delle mascherine e del gel lavamani, del cappuccino nel bicchiere di cartone che non andrebbe nella raccolta della carta, insomma....

Insomma... basta, non se ne può più.

ma che errori abbiamo commesso per meritarci questo inferno in terra?

Cari giornalisti, voi fate il vostro lavoro riempiendo di nero intere pagine bianche.
Ma avete stufato, anche voi, anche se lo fate per dovere di informazione.

Piuttosto... informate la gente su come vanno a finire le denunce per violazione delle norme in vigore da un anno, informate la gente di come si vive dopo essere sopravvissuti ad un ricovero ospedaliero per Covid, informate la gente su come è più economicamente conveniente comportarsi con buonsenso che non subire le ire del governo con misure sempre più restrittive, che comportano sempre e dopo di dover reperire i fondi per compensare gli indebitamenti nei confronti dell'Europa, informate correttamente... piuttosto.

Sono stufo. L'ho già detto? Allora lo ripeto. E lo ripeterò ogni giorno, fino a quando tutto questo non avrà fine."

6 commenti

Smog: Venezia sul podio dei capoluoghi "fuorilegge"

"Adesso però non bisogna dare la colpa solo alla mobilità, che non verrà mai sostenuta. Il meccanismo, evidentemente, si è inceppato su altre fonti di inquinamento, di cui "non si vuole" fare i nomi."

2 commenti
VeneziaToday è in caricamento