rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Comune Castello / Riva degli Schiavoni

Venditori abusivi in centro storico: il Comune interverrà con telecamere e cani poliziotto

Mercoledì mattina il Comune e la prefettura hanno convocato una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, discutendo delle nuove misure per contrastare i venditori "irregolari"

Mentre sulle fondamenta e sopra i ponti continuano le liti e le zuffe tra venditori ambulanti e commercianti “abusivi”, mercoledì mattina il Comune e la prefettura hanno tenuto fede a quanto promesso e hanno convocato una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, invitando anche i rappresentanti delle associazioni di categoria. Nel corso dell'incontro l'amministrazione ha esposto i risultati ottenuti negli scorsi mesi e le prossime misure che verranno messe in atto per contrastare l'abusivismo.

CANI E TELECAMERE – Uno dei punti fondamentali della riunione, stando a quanto raccontano i quotidiani del veneziano, è stata la presentazione del nuovo programma di interventi sulle strade del centro storico: il Comune ha infatti deciso di usare il pugno di ferro e ha messo in campo pattuglie miste interforze con servizi straordinari durante i quali saranno impegnate anche unità cinofile solitamente utilizzate durante i servizi di ordine pubblico. A coordinare il tutto ci saranno le telecamere cittadine, utilizzate dalla prefettura per contrastare in tempo reale i venditori clandestini, tracciando la loro posizione e inviando gli uomini delle pattuglie sul posto. La città sarà suddivisa in aree d’intervento per le singole forze dell’ordine. Il direttore generale Marco Agostini ha spiegato quindi che è poco fruttuoso, in questo caso, agire sul fronte amministrativo (nessuna delle multe fatta durante il 2012 è mai stata pagata, per un totale di oltre tre milioni di euro di sanzioni in sospeso), l'unica cosa da fare è quindi intervenire direttamente con sequestri e fermi.

NUMERI RECORD – Nel corso della tavola rotonda di mercoledì è quindi intervenuto il prefetto Domenico Cuttaia, che ha fornito i dati relativi alle attività del 2012 e dei primi tre mesi del 2013. I numeri restituiscono un quadro impressionante: lo scorso anno ci sono stati: 6.912 sequestri amministrativi; 479 sequestri penali; 1.161.439 pezzi sequestrati; 206.770 i pezzi sequestrati perché contraffatti; 4.279 i venditori abusivi multati; 214 i venditori denunciati di cui 24 stranieri irregolari. Primo trimestre 2013: 1.030 i sequestri amministrativi e 74 quelli penali; 790.188 pezzi sequestri; 157.452 pezzi sequestri perché contraffatti; 970 venditori multati e 41 denunciati. Ora, con la primavera, i casi di abusivismo nel centro storico si stanno moltiplicando rapidamente, facendo crescere la tensione tra venditori “regolari” ed “irregolari”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venditori abusivi in centro storico: il Comune interverrà con telecamere e cani poliziotto

VeneziaToday è in caricamento