menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Igor Tagliapietra

Foto Igor Tagliapietra

Prima accoltella al torace il rivale, poi mette a soqquadro il pronto soccorso: "Lo uccido"

E' successo lunedì in una casa abbandonata di Mogliano. Un 27enne giordano viene preso a martellate, poi perde il controllo all'Angelo di Mestre. Devono intervenire i carabinieri

Al culmine della lite sferra una coltellata tra il torace e il costato al suo rivale, mentre un terzo accorre e prende l'aggressore a martellate in testa, mettendolo ko. Entrambi i feriti vengono trasportati all'ospedale dell'Angelo di Mestre. Questo è solo il primo round della vicenda, perché poi il paziente alle prese con i traumi al capo, un giordano di 27 anni, nel primo pomeriggio di lunedì si riprende e pensa bene di mettere a soqquadro mezzo pronto soccorso. Pare volesse raggiungere l'accoltellato, un cittadino romeno di 26 anni, per "fargliela pagare". I motivi li sanno loro. Dice che vuole ucciderlo. 

Sul posto intervengono i carabinieri, mentre l'esagitato dà filo da torcere a medici e guardie giurate. Sanitari e personale in divisa di SicurItalia hanno il loro da fare per arginare la furia del giordano, il quale durante la colluttazione con la guardia giurata pare abbia addirittura cercato di impossessarsi dell'arma d'ordinanza. Senza riuscirci per fortuna. 

Provvidenziale l'arrivo dei militari dell'Arma che, secondo testimoni, avrebbero ammanettato il giovane e l'avrebbero portato via. La sua posizione è al vaglio, visto il comportamento tenuto anche di fronte agli agenti. Potrebbe scattare una misura di limitazione della libertà personale.

Di certo il trambusto è stato tanto, come lunedì mattina. Tutto inizia verso le 11.30 in una casa abbandonata di via Marocchesa nel territorio di Mogliano Veneto. Scatta la lite tra i due. Sono forse ubriachi. Fatto sta che non scelgono le vie diplomatiche e il 27enne giordano raggiunge con un fendente al torace il suo interlocutore, che non sarebbe in pericolo di vita ma rimarrà ricoverato all'Angelo per alcuni giorni. Interviene un altro senzatetto, un giovane di origini marocchine. Ha un martello in mano e assesta almeno un colpo in testa all'altro. Dopodiché scatta l'allarme: sul posto intervengono i carabinieri di Mogliano Veneto, oltre che i sanitari del 118. Il marocchino, illeso, viene portato in caserma. I feriti vengono invece trasportati in ospedale per le cure del caso. Tutti i protagonisti della vicenda saranno segnalati alla magistratura. Il cittadino giordano potrebbe dover rispondere di tentato omicidio, ma gli accertamenti sono ancora in corso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento