MestreToday

Furioso nella pizzeria, picchia titolare e clienti: tutti fuori per sfuggire allo scalmanato

Il fatto in via Piave a Mestre. Un 22enne infuriato perché aveva ricevuto la pizza nel cartone, mentre lui la voleva nel piatto. Poi se l'è presa con mobili e vetrina. Intervenuta la polizia

Fuori di sé nella pizzeria, per motivi che ha capito solo lui. È successo verso le 13 di giovedì in via Piave, dove i presenti hanno segnalato un giovane che era andato su tutte le furie, tanto da costringere le altre persone a uscire dall'esercizio per cercare riparo. I poliziotti delle volanti sono arrivati sul posto in ausilio ai Lagunari, i primi a rendersi conto del trambusto perché erano stati fermati per strada da un uomo coinvolto nella vicenda.

Donna picchiata

Protagonista un ghanese di 22 anni che inizialmente era entrato come un normale cliente per ordinare una pizza. La sua ira è esplosa quando il cibo gli è stato servito in un cartone da asporto anziché in un piatto di ceramica, come da lui richiesto: ha voluto il piatto e, visto che la banconiera non poteva accontentarlo, ha preteso di riavere indietro i soldi. Al rifiuto della ragazza, lui ha cominciato a buttare giù gli sgabelli della pizzeria, inveendo contro la titolare. Quindi è andato nel retro del bancone e ha aggredito fisicamente la donna, provocandole tumefazioni al volto e la rottura del labbro superiore. Nella foga del folle è rimasto coinvolto anche un altro cliente, che ha cercato di bloccarlo per difendere la malcapitata e si è visto lanciare una lattina addosso.

Fuga in strada

Le vittime dell’aggressione hanno quindi trovato riparo fuori dal locale, mentre lui ha continuato a sfogare la propria rabbia cercando di rompere la vetrina del negozio con uno sgabello. È a questo punto che i militari sono arrivati sul posto, bloccando l'esagitato. Pochi minuti dopo è stato il turno delle volanti. Ne sono giunte due: la prima ha preso il giovane in custodia e l'ha accompagnato in questura, la seconda ha prestato soccorso ai feriti, chiedendo l'intervento dei sanitari del 118.

Domanda di accoglienza rifiutata

Il 22enne, che ha precedenti per lesioni personali, rapina e resistenza a pubblico ufficiale, si vedrà notificato il respingimento dell’istanza di riconoscimento dello stato di rifugiato; inoltre è stato denunciato per i reati di lesioni aggravate, danneggiamento aggravato, rifiuto di fornire le proprie generalità ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento