menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra la situazione in via Torino, a destra invece la folla a Roma

A sinistra la situazione in via Torino, a destra invece la folla a Roma

Allarme bomba in Posta, polemica "Non ci hanno evacuato dalla sede"

Allerte identiche, scene opposte: a Mestre quattro gatti all'esterno, a Roma tutti fuori. L'azienda: "Era probabile fosse opera di un mitomane"

"Noi non sapevamo nulla, è uscito chi ha visto l'unità cinofila con i cani o chi è stato avvertito". Scatta l'allarme bomba alle Poste di via Torino di Mestre. A rigor di logica in casi del genere ci si aspetterebbe la classica nutrita folla all'esterno dell'edificio in attesa di rientrare (nella foto sulla destra ciò che è accaduto nelle stesse ore a Roma), invece all'esterno c'erano quattro gatti. Chi intento a telefonare, chi cercando di capire cosa stesse accadendo.

ALLARME SIA A MESTRE CHE A ROMA - I DETTAGLI

Come mai? "Non è stata disposta l'evacuazione degli uffici", dichiara una dipendente poco prima di riprendere il lavoro. Quindi i servizi hanno continuato a essere erogati nonostante all'interno ci fosse l'unità cinofila della questura intenta a passare al setaccio uffici e sotterranei a causa di un SMS di un ex dipendente delle Poste che aveva preannunciato la presenza di un ordigno: "E' vero, è stato deciso così per non generare ulteriore panico - dichiarano dall'ufficio stampa delle Poste - le attività si sono svolte più o meno regolarmente. C'è chi ha deciso di uscire per via volontaria, ma non è stata disposta alcuna evacuazione visto che era molto probabile che si trattasse dell'azione di un mitomane. Nessuno invece poteva entrare. Poi quando la polizia ha concluso gli accertamenti tutto è tornato alla normalità".

Dalle 9.30 alle 11.10, quindi, diversi lavoratori sono rimasti dentro lo stabile. Tutto legittimo, naturalmente. "Ma se fosse stato vero l'allarme? - continua la dipendente - come si fa a essere sicuri finché non lo dicono le forze dell'ordine". A Roma, negli stessi momenti, evidentemente si è optato per la scelta opposta: tutti fuori. Ciò a fronte dello stesso mittente dell'sms, con significato identico. Questione di scelte. "Per fortuna è andato tutto bene", dichiara la donna rimettendo piede nella sede centrale di via Torino.

L'ACCESSO ALLE POSTE INTERDETTO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento