menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto d'archivio dell'Heineken Jammin' Festival

Una foto d'archivio dell'Heineken Jammin' Festival

Ora è ufficiale, Venice Summer Music annullato: "Ma programmiamo già il 2019"

Al via i rimborsi per chi aveva acquistato i biglietti per la serata con Kygo. L'amministrazione comunale: "In città c'è chi gioca solo sulle sfortune altrui, San Giuliano è attrattivo"

Ora è arrivata anche l'ufficialità a suffragare ciò che in molti paventavano oramai da giorni: il Venice Summer Music, festival che si sarebbe dovuto tenere a fine luglio al parco di San Giuliano, è stato annullato. Ne dà notizia Venezia Eventi Metropolitani, la società organizzatrice dell'evento. Una sola delle serate era stata già annunciata: quella con protagonisti Kygo ed El Row, per cui i biglietti erano già stati messi in vendita. "I possessori del biglietto potranno ottenere il rimborso presso le prevendite d’acquisto entro e non oltre il 10 agosto - si spiega in una nota - Per ottenere il rimborso sarà necessario presentare il tagliando integro in tutte le sue parti. Coloro che hanno acquistato attraverso il sitoTicketOne dovranno rispondere alla mail di conferma e chiedere il rimborso quanto prima".

"Programmiamo già il 2019"

Paolo Favaretto, uno dei soci di Venezia Eventi Metropolitani, ha sottolineato come "nonostante il pieno sostegno del Comune di Venezia, le operazioni di allestimento e di preparazione del parco di San Giuliano hanno richiesto più interventi e quindi più tempo di quanto preventivato, tanto che, ad oggi, a poco meno di un mese dall’evento, dobbiamo prendere atto di non poterne garantire l’ultimazione in tempo utile". Sullo sfondo, però, altri problemi organizzativi, con i due direttori artistici che hanno deciso di dimettersi nelle settimane precedenti: "Preferiamo continuare a programmare, con i tempi necessari, un futuro evento per il 2019 - conclude Favaretto - Ci auguriamo di poter riprogrammare la performance di Kygo e degli altri artisti all'interno del cartellone del prossimo anno".

Il Comune: "Tentativo generoso, basta con i 'soloni'"

Una kermesse che quindi dovrebbe riproporsi tra 12 mesi e che, a questo punto, dovrebbe aggiungersi al festival che sarà messo in piedi da Home Entertainment, la società che organizza anche l'Home Festival di Treviso. "In città, come sempre, c'è chi gioca solo sulle 'sfortune' altrui - dichiara in una nota l'amministrazione comunale - E' stato un tentativo generoso, rischiando capitali propri. La politica degli 'annunci' la lasciamo ai soliti soloni - si sottolinea - Solo venerdì scorso abbiamo sottoscritto un accordo valido per 9 anni, con Home Entertainment, dopo un avviso pubblico da parte di Vela. Torneranno da luglio 2019 e fino al 2028 i festival, dimostrazione dell'assoluta attrattiva dell'area metropolitana e del Parco di San Giuliano in particolare, dove abbiamo programmato investimenti per renderlo più facilmente accessibile e infrastrutturato. Guarda caso sempre quei soliti soloni che stanno impedendo da anni che a Venezia venga costruita un'arena dove poter fare anche concerti di livello internazionale. Siamo una città che scommette sul futuro - si conclude - anche attraverso concerti e festival. Continuiamo a lavorare, nonostante le solite Cassandre, guardando i fatti concreti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm: che cosa cambia fino a Pasqua

  • Politica

    Musei civici, giovedì riapre l'area marciana. Scontro in Commissione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento