menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mettiamo l'antifurto ai soldi", anziana truffata da una malvivente

Il furto venerdì scorso in una abitazione di Favaro Veneto, dove una donna si è presentata come una dipendente regionale. Bottino da 10mila euro

Suona al campanello di casa e si presenta come una dipendente della Regione. Modi distinti, cordiali. Invece è l'ennesima truffa ai danni di anziani nel nostro territorio. Come riporta la Nuova Venezia, venerdì scorso una malvivente senza scrupoli è riuscita a raggirare una signora sulla settantina residente a Favaro Veneto. Indifesa. La malintenzionata ha spiegato alla vittima di turno che per evitare i furti che si stanno registrando in giro avrebbe dovuto applicare un sistema d'allarme ai contanti. Ma per farlo naturalmente doveva sapere dove venissero custoditi.

L'anziana quindi ha portato l'ospite in cantina, dove nascondeva circa diecimila euro. Oltre ai gioielli in oro. Dopo essersi fatta consegnare il malloppo la truffatrice ha fatto dietrofront ed è scappata via a bordo di un'auto di piccola cilindrata. Non è chiaro se a bordo ci fosse un complice pronto a scappare non appena il colpo fosse stato perpetrato. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia, che hanno perlustrato la zona. Ma le ricerche non hanno dato l'esito sperato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento