menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana truffata da finto legale, le ruba duemila euro dal suo conto

Il colpo giovedì verso le 12 in via Fiume. Una 88enne è stata fermata dal delinquente, che ha spiegato di dover essere ancora pagato dal figlio

Ennesima truffa ai danni di un'anziana. Dopo le false infermiere, i falsi addetti Enel, le false dipendenti dei servizi sociali, le false massaggiatrici a Mestre è entrato in azione anche un falso avvocato. Come riporta la Nuova Venezia, è toccato a una 88enne di via Fiume accorgersi quando ormai era troppo tardi di essere stata raggirata. La signora, infatti, mentre tornava a casa giovedì verso le 12 è stata fermata da un uomo vestito in maniera distinta. Modi gentili e cordiali.

L'uomo si avvicina e dice alla donna di essere il legale del figlio. Forse le ha detto anche il nome, a dimostrazione che questo tipo di colpi vengono preparati con cura in precedenza. Il truffatore spiega all'interlocutrice di avere difeso in passato suo figlio in una causa da 400mila euro e che ora aspettava il pagamento totale della parcella. All'appello mancavano circa 2mila euro. E il figlio, secondo il racconto del finto avvocato, aveva detto di andarli a riscuotere dalla madre.

L'anziana, cadendo nel tranello, si è quindi diretta verso il vicino ufficio postale prelevando la somma richiesta. Una volta ottenuti i soldi il delinquente è sparito nel nulla. L'allarme è stato lanciato dal figlio della signora, che naturalmente non aveva avuto alcun problema con la giustizia e ci ha messo poco a capire cosa fosse effettivamente successo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento