MestreToday

Picchia gli agenti, poliziotto con una lesione alla vertebra: il ladro resta in carcere

Il giudice ha convalidato l'arresto e disposto la reclusione a Santa Maria Maggiore per il 28enne che ha ferito due operatori, tra cui uno ha avuto una prognosi di 45 giorni

E' stato convalidato l'arresto nei confronti del 28enne tunisino che nella notte tra martedì e mercoledì è stato arrestato dopo aver aggredito due poliziotti intervenuti per sventare il furto di una bicicletta. Il pubblico ministero nei suoi confronti ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare fino all'apertura del processo. La peggio dal punto di vista fisico l'hanno avuta i due agenti intervenuti: uno, giovane anche lui, ha subito una lesione a una vertebra con prognosi di 45 giorni, l'altro invece è stato colpito da un pugno alla tempia e ha riportato una prognosi di 12 giorni.

Pattugliamenti nel centro mestrino

L'arresto è stato reso possibile dalla segnalazione di un cittadino e dal pattugliamento del territorio da parte delle volanti della polizia: verso le 4 della notte un residente ha allertato la centrale operativa segnalando il 28enne di origini magrebine mentre camminava portando a mano due biciclette. A un certo punto si è fermato in corrispondenza di un parcheggio per velocipedi di via Cappuccina a Mestre all'altezza della fermata del tram e ha iniziato ad armeggiare su una bici rosa in sosta. E' stato a quel punto che in meno di un minuto i poliziotto sono giunti sul posto e l'hanno preso alla sprovvista. Le pattuglie erano già in zona in servizio di perlustrazione. 

Calci e pugni contro i poliziotti

Il 28enne ha rischiato il tutto per tutto per garantirsi la fuga: ha colpito uno degli agenti alla tempia, mentre l'altro poliziotto, nel tentativo di bloccarlo, è stato spintonato ed è rovinato a terra, impattando violentemente sul muretto di una recinzione. Nonostante la reazione, il 28enne, rimasto incolume, è stato comunque immobilizzato e caricato nell'auto di servizio, grazie all'arrivo dei rinforzi. Al termine della perquisizione gli è stata sequestrata una tenaglia. Requisite anche le biciclette che il 28enne portava a mano, ora a disposizione dell'autorità giudiziaria per essere restituite a chi ne lamenti il furto. All'arrestato vengono contestati i reati di tentata rapina, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni gravissime, ricettazione, false attestazioni e porto abusivo di oggetti atti a offendere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento