rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Mestre Via Cappuccina

"Vi taglio la testa" e cerca di buttare i poliziotti giù dalle scale: giovane finisce in manette

Domenica sera è finito nei guai un 26enne che, dopo aver alzato il gomito, ha minacciato e picchiato la fidanzata in un appartamento mestrino. Poi la reazione contro gli agenti

"Vi taglio la testa" e cerca di buttare i poliziotti giù dalle scale. Momenti di tensione domenica sera, verso le 22, in un condominio mestrino di via Cappuccina: un 26enne è stato arrestato per resistenza, lesioni, oltraggio e minaccia aggravata a pubblico ufficiale. Nei guai è finito L.M., originario del Bergamasco, che ha perso il controllo dopo aver alzato troppo il gomito. Tutto è iniziato mentre il giovane si trovava a casa della fidanzata, che alll'improvviso è stata aggredita fisicamente e minacciata.

Lite continuata sul pianerottolo

Inutili i tentativi della donna di calmare il suo interlocutore che, al contrario, continuava con il suo comportamento decisamente sopra le righe. La sventurata, approfittando di un momento di distrazione del fidanzato, è scappata sul pianerottolo del suo appartamento, chiedendo aiuto. In suo apporto è giunto un vicino, che si è frapposto tra i litiganti e ha chiamato il 113, riuscendo a far rifugiare la ragazza nella sua abitazione.

Minacce contro i poliziotti

All'arrivo degli uomini in divisa, il 26enne ha quindi concentrato le sue attenzioni su di loro, intervenuti con 4 agenti. Ha iniziato a minacciarli di morte e li ha colpiti con alcuni calci, non lesinando anche spintoni per cercare di far cadere dalle scale i poliziotti. Al termine degli accertamenti in questura, L.M. è stato arrestato e accompagnato nel carcere di Santa Maria Maggiore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi taglio la testa" e cerca di buttare i poliziotti giù dalle scale: giovane finisce in manette

VeneziaToday è in caricamento