rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Mestre

Risse in strada, botte alla ex: 25enne violento portato in carcere

Era già sottoposto ad affidamento in prova: giovedì i poliziotti del commissariato di Mestre lo hanno identificato durante una zuffa in strada

La polizia del commissariato di Mestre ha rintracciato e arrestato ieri un ragazzo italiano di 25 anni, F.C., in seguito a una serie di fatti di violenza.

Il giovane era già stato condannato in passato per maltrattamenti e lesioni nei confronti della ex fidanzata e, in quell'occasione, aveva ottenuto dal giudice di espiare la pena (1 anno e 6 mesi) in forma alternativa alla detenzione, con l'affidamento in prova ai servizi sociali.

La sera di giovedì scorso, però, il venticinquenne è stato coinvolto in un altro episodio violento: ha avuto una discussione in strada con altri ragazzi, discussione che poi è degenerata in aggressione con calci e pugni. Sono intervenute le volanti della questura, che hanno identificato i presenti e verificato che F.C., in base alle prescrizioni del giudice, in quel momento avrebbe dovuto essere a casa.

A quel punto, come comunicato dalla questura di Venezia, «vista la pericolosità del soggetto, compreso che non aveva ancora imparato dai propri errori», il commissariato «ha fatto quanto necessario perché i comportamenti del ragazzo non si ripetessero, anche segnalando quanto accaduto al magistrato di sorveglianza». In base alle informazioni raccolte, il giudice ha revocato l’affidamento ai servizi sociali e disposto la custodia in carcere. Lunedì gli agenti hanno portato il giovane al penitenziario di Venezia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse in strada, botte alla ex: 25enne violento portato in carcere

VeneziaToday è in caricamento