menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai domiciliari chiama la polizia dalla casa della ex, denunciato per evasione

Un 31enne veneziano verso le 19.30 di ieri ha chiesto l'intervento di una volante per una lite con la sua ex moglie. Il suo permesso però scadeva alle 19. Gli agenti l'hanno riportato a casa

Una litigata costata caro a un 31enne veneziano agli arresti domiciliari. Ieri sera, poco dopo le 19.30, ha chiamato la polizia chiedendo un intervento di una pattuglia perché era in corso una furibonda lite con la ex moglie e la ex suocera. I motivi erano inerenti l'affido della figlia, minorenne. L'uomo ha raggiunto la loro abitazione durante l'orario di permesso giornaliero, dalle 17 alle 19.


Forse per evitare che la situazione degenerasse, ha ritenuto che fosse il caso che intervenissero gli agenti. Il problema per lui è che da mezz'ora scarsa il suo permesso era scaduto. Non se n'era accorto. Quindi gli operatori della volante non hanno potuto far altro che denunciare l'uomo per evasione e riportarlo alla propria casa a Mestre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento