Mercoledì, 12 Maggio 2021
Mestre Mestre Centro / Piazzale Candiani

Prende a calci e pugni l'addetto alla sicurezza, poi manda all'ospedale due vigili: arrestato

Trambusto lunedì pomeriggio al supermercato Alì di piazzale Candiani a Mestre. In manette un 27enne sorpreso a mangiare e bere senza pagare. Rimarrà in carcere fino al processo

Del tutto fuori controllo, si avventa contro l'addetto alle sicurezza del supermercato Alì di piazzale Candiani e lo prende a calci e pugni. Non contento, resistendo all'ammanettamento, manda al pronto soccorso anche due agenti della polizia locale. E' accaduto lunedì pomeriggio, verso le 15.20, nel punto vendita mestrino, quando un 27enne di nazionalità romena è stato sorpreso a mangiare e a bere all'interno del supermercato. Colto "in flagrante", al posto di allontanarsi, ha preso una lattina di birra e l'ha svuotata a terra. E' stato a quel punto che è giunto il rimprovero dell'addetto alla sicurezza, finito nel mirino suo malgrado dell'esagitato. 

Polizia locale sul posto 

Sul posto sono intervenute due pattuglie della polizia locale, su richiesta del direttore del supermarket. L'aggredito presentava alcune macchie di sangue sulla camicia, mentre il 27enne è stato intercettato poco distante dagli uomini in divisa. La situazione non era tornata per nulla tranquilla: il giovane non voleva saperne di riferire le proprie generalità e, all'improvviso, ha reagito con violenza nei confronti degli agenti per guadagnarsi una via di fuga. Nel trambusto ha anche colpito con una testata e più pugni una vetrina. I vigili sono stati raggiunti da alcuni colpi proibiti, finché il 27enne non è stato finalmente ammanettato grazie all'intervento dei "rinforzi". 

Testate anche nell'auto di servizio 

Anche durante il trasferimento negli uffici del Comando il facinoroso ha continuato col suo comportamento violento: nonostante l'auto di servizio abbia una cellula di sicurezza, il ladruncolo ha preso a testate finestrino e divisorio. Per lui, al termine degli accertamenti, sono scattate inevitabili le manette per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Due agenti del Servizio sicurezza urbana, infatti, sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso, venendo dimessi con una prognosi di 2 e 5 giorni. Martedì mattina il giudice ha disposto la custodia cautelare del 27enne in carcere in attesa dell'apertura del processo prevista per il 9 aprile prossimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a calci e pugni l'addetto alla sicurezza, poi manda all'ospedale due vigili: arrestato

VeneziaToday è in caricamento