menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovato con un chilo di "erba" cerca di scappare, un 28 enne in galera

Controlli serrati dei carabinieri fra Mestre e Marghera nel fine settimana scorso: altre sette persone sono state denunciate, di cui tre per reati di droga

Decine di pattuglie dei carabinieri fra Marghera e Mestre, nel fine settimana, sono state impegnate in controlli nei "punti sensibili" dell'area urbana e nei parchi. Non sono mancati i risultati, ovvero un arresto e denunce a sette persone di varie nazionalità, per reati di droga o contro il patrimonio.

Proprio durante un controllo su strada i militari hanno fermato un furgone, a bordo del quale è stato trovato oltre un chilo di marijuana: l'uomo seduto sul sedile passeggero, 28 enne nigerino già noto alle forze dell’ordine, ha tentato di darsela a gambe venendo però bloccato. Per lui è scatta l'incarcerazione immediata. Alla guida del mezzo c'era invece un nigeriano residente in zona, incensurato. È stato denunciato in stato di libertà per concorso in spaccio e per falsità materiale e ricettazione: stava guidando con una patente falsa.

Altra denuncia per un marocchino 35enne sorpreso in via Trento a Mestre con circa 12 grammi di hashish e 405 euro: l’uomo alla vista dei militari ha tentato di nascondersi in un ristorante, ma è stato bloccato nei bagni mentre provava a disfarsi della droga. Un 45enne di Mira è stato invece sorpreso con circa 5 grammi di marijuana, 6 di cocaina e un bilancino di precisione. A un tunisino di 31 anni è stato trovato addosso un coltello a serramanico vietato: si trovava in una sala slot di via Bottenigo a Marghera. Italiano un 21enne scoperto in possesso di una pistola scacciacani priva di tappo rosso, mentre all'interno di un bar i militari hanno "pizzicato" un romeno di 35anni con divieto di ritorno nel Comune. Infine, denuncia per un 29enne fermato ubriaco alla guida: il suo tasso alcolemico era così elevato da far scattare le conseguenze penali. Sono stati segnalati inoltre alla Prefettura anche due giovani assuntori di stupefacenti, sorpresi rispettivamente in via Piave a Mestre e a Marghera con quantità minime di eroina e cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento