menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata

La droga sequestrata

Vende eroina in via Cappuccina, Baffo preso da agenti in borghese

Doppio intervento degli operatori del commissariato di Mestre, che nei giorni scorsi hanno sequestrato mezzo chilo di marijuana alla Bissuola

E' stato visto vendere droga a due tossicodipendenti già conosciuti alle forze dell'ordine. In piena via Cappuccina, mentre gli agenti del commissariato di Mestre erano in attività in borghese. Giornata di "lavoro" finita nel peggiore dei modi per "Baffo", uno spacciatore di 47 anni tunisino già sottoposto ad obbligo di firma nella caserma dei carabinieri di Mestre, arrestato dopo una colluttazione con le forze dell'ordine.

Gli operatori, alla seconda compravendita, hanno quindi deciso di intervenire. Sapendo di poter finalmente cogliere in castagna il pusher. A quel punto il 47enne ha cercato di divincolarsi dopo essere stato bloccato dopo alcuni metri di fuga. Nel farlo è caduto a terra, lacerandosi i pantaloni e ferendosi a un ginocchio. Il poliziotto che l'ha "placcato" ha riportato una contusione al braccio. A incastrarlo gli stessi acquirenti, che hanno dichiarato di comprare la droga (sono stati sequestrati tre involucri con eroina) da un paio di anni dallo spacciatore, dandosi sempre appuntamento tra via Cappuccina e via Aleardi. Inevitabili per lui le manette.

Alcuni giorni fa invece i poliziotti del commissariato, stavolta in uniforme e in borghese, con l'aiuto anche delle unità cinofile, hanno passato al setaccio non solo via Piave, via Costa e piazzale Baisnizza. Nel mirino anche il parco Albanese e via Bissuola: è stato proprio nell'area verde che a un certo punto si è registrato un certo fuggi fuggi. Alcune persone hanno iniziato a scappare in bicicletta, evidentemente colti in castagna.

Sul posto, anche con l’aiuto dell’unità cinofila specializzata nella ricerca della droga, è stata notata in prossimità di un muretto, tra i cespugli e l’erba, della terra smossa e scavata di recente: rimuovendo lo strato superficiale, ad una profondità di circa 15 centimetri, i poliziotti hanno sequestrato un sacco in plastica nero con all’interno 21 involucri di marijuana: in totale ben 587 grammi di stupefacente, evidentemente pronta per essere venduta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sequestrate 83 tonnellate di rifiuti al porto di Venezia

  • Cronaca

    Taxi fermi: fatturato giù del 98% su acqua e dell'86% su gomma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento