menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banca Ifis amplia la sede a Mestre e assume 200 dipendenti, la Giunta approva il progetto

Intervento della società nelle vicinanze della sede attuale in località Marocco, lungo il Terraglio. L'assessore De Martin: “Lavoriamo al fianco di chi crea occupazione”

Banca IFIS cresce e ottiene la possibilità di ampliare la propria sede a Marocco. La Giunta veneziana, su proposta dell'assessore all'Urbanistica Massimiliano De Martin, ha dato l'ok mercoledì alla "domanda di ammissione alla procedura di Sportello Unico per il progetto di ampliamento dell'attività direzionale della società Banca IFIS S.p.A.". La nuova struttura sarà costruita nelle immediate vicinanze dell'attuale sede, lungo il Terraglio, dove già insistono i tre edifici che formano il comprensorio bancario costituito all'interno di un parco di proprietà che si sviluppa su una superficie complessiva di 22 ettari: la Villa Furstenberg, la struttura interrata con sovrastante parcheggio a raso denominata “Barcaccia” e le Scuderie.

L'ampliamento prevede un nuovo edificio da destinare a uffici in un'area, dalla forma irregolare e non soggetta a vincolo della Soprintendenza, delimitata tra via Gatta, il canale Bazzera e dalla strada interna dell'ingresso principale da via Gatta. L'intervento quindi vede l'ampliamento dell'attività esistente e il parziale cambio di destinazione di zona del lotto in oggetto: da ZTO - Verde privato, a D4 – zone per attrezzature economiche varie. L'edificio occuperà, in pianta, un'area di circa 1.700 metri quadri ai quali si affiancheranno altri 2.300 sistemati a verde con ampi percorsi carrabili ed aree di parcheggio all'aperto.

Per De Martin l'approvazione del progetto significa "sostegno al lavoro e alle attività economiche presenti nel territorio comunale". "La società Banca Ifis S.p.A. - spiega l'assessore - ha dimostrato negli anni di avere un elevato e costante trend di crescita che l'hanno portata dal 1983, anno della fondazione, ad oggi, ad assumere più di 1300 dipendenti. Abbiamo accolto favorevolmente la loro richiesta soprattutto considerando che il nuovo edificio servirà per poter procedere all'insediamento di circa 200 nuovi posti di lavoro".

"Importante sottolineare – conclude – che l'intervento è rispettoso dell'impatto ambientale. Infatti la struttura è stata concepita come leggera, costituita da notevoli trasparenze date dalle numerose aperture finestrate con vetrate strutturali che danno una ampia visione sul parco della Villa. Inoltre l'edificio, che avrà la stessa altezza della Villa, garantendo prospettivamente un uniforme sky-line, sarà rispettoso dell'ambiente: sono previsti infatti impianti ad alta efficienza energetica con l'impiego di sistemi di riscaldamento e condizionamento alimentati da fonti rinnovabili ad alto risparmio energetico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento