menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pericolo per la sicurezza", chiude per quindici giorni il bar "Youlan"

Il locale di via Carducci a Mestre, secondo le forze dell'ordine, era diventato ricettacolo di pregiudicati. A maggio grave episodio di violenza

Saracinesche abbassate nel periodo di Ferragosto per il bar "Youlan" di via Carducci a Mestre. Dopo le diverse segnalazioni dei carabinieri, che hanno materialmente inoltrato una informativa, il questore  Angelo Sanna ha disposto la chiusura per i prossimi quindici giorni del locale, in quanto "era divenuto negli ultimi mesi luogo di abituale frequentazione da parte di persone pregiudicate al cui interno si sono verificati diversi episodi di violenza che hanno creato una situazione di grave pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza degli avventori, nonchè dei cittadini in genere", recita una nota della questura.

A maggio una persona venne accoltellata dopo essersi fronteggiato con un altro avventore. Entrambi erano armati con delle lame.  Intervennero forze dell'ordine e 118, mentre l'anno precedente un transessuale venne mandato quasi in coma dalla reazione violenta di un uomo che causò diversi danni nell'esercizio. "Tale situazione è stata aggravata inoltre anche dalla presenza di soggetti con specifici precedenti in materia di reati contro la persona e in materia di stupefacenti, nonché da episodi di aggressione, anche gravi", conclude la questura.

I sopralluoghi e gli accertamenti dei carabinieri sono durati mesi, anche grazie alle segnalazioni dei cittadini. Sono decine i "passaggi" registrati dalle pattuglie in transito – a volte in rapida successione, altre con diversi intervalli, proprio al fine di ottenere una fotografie della clientela quanto più possibile aderente alla realtà nei vari momenti della giornata. "Il quadro emerso è assolutamente preoccupante in quanto nella rete dei controlli, ad ogni ora del giorno e della notte, cadono pregiudicati di ogni sorta, tossicodipendenti ed altri individui di interesse operativo", dichiara l'Arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento