Mestre Mestre Centro / Via Aleardo Aleardi

Vuole contiunare a giocare alle slot, ma il barista vuole chiudere. Scattano calci e pugni

L'aggressione verso le 23 di martedì al bar Al Girasole di via Aleardi. Un giovane cinese è stato portato al pronto soccorso dell'Angelo: "Macchie di sangue a terra e vetri rotti"

Lui vuole chiudere, ma i clienti non ci stanno. Soprattutto un cliente tunisino di 31 anni, ubriaco, che voleva continuare la sua serata bevendo e giocando alle slot machine. Alla fine è scattata la violenza al bar Al Girasole di via Aleardi, a due passi dall'intersezione con via Fogazzaro a Mestre. Numerosi i residenti che hanno assistito all'arrivo delle volanti della polizia e dell'ambulanza del 118 poco prima della mezzanotte tra martedì e mercoledì. I sanitari hanno soccorso il barista, figlio del titolare, poi caricato in barella e trasportato all'ospedale dell'Angelo di Mestre. Si tratta di un 25enne di nazionalità cinese.

Secondo testimoni, sarebbe stato vittima di una furia cieca da parte dell'avventore di 31 anni, fuori controllo per l'alcol. O meglio all'aggressione del cliente il cinese avrebbe risposto pan per focaccia. "Stamattina all'angolo con via Fogazzaro c'era una vistosa macchia di sangue a terra - dichiara il tabaccaio adiacente - c'erano anche dei pezzi di mattonella, una conficcata nella saracinesca. I vicini mi hanno raccontato di una notte ad alta tensione". A due passi dall'ingresso del locale una scopa spezzata, un fazzoletto intriso di sangue e uno stendino rotto, forse lanciato.

Ad accendere la miccia sarebbe stato il cittadino tunisino, che avrebbe sferrato un pugno in pieno volto al barista. La lite è continuata all'esterno, con i due che si sono fermati solo nel momento in cui sono finiti a terra. Senza più forze. L'uno con il setto nasale rotto, l'altro con ferite alla testa. A far luce sulla dinamica potrebbero essere le telecamere di sorveglianza del locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole contiunare a giocare alle slot, ma il barista vuole chiudere. Scattano calci e pugni

VeneziaToday è in caricamento