Venerdì, 25 Giugno 2021
Mestre Mestre Centro / Via Cappuccina

I baristi gli chiedono il conto dei giorni precedenti: uno preso a pugni, l'altro sfregiato

E' successo domenica verso le 18 in via Cappuccina a Mestre. Padre e figlio, cinesi, trasportati all'ospedale. Si cerca un nordafricano che ha messo a soqquadro il bar

Sul posto sono intervenute le volanti del commissariato di Mestre

Entra e pretende da bere, ma il barista gli chiede anche tutte le consumazioni di cui aveva goduto nei giorni precedenti. E' sfociato in un'aggressione con coltello il diverbio scoppiato nel pomeriggio di domenica, verso le 18, in un bar di via Cappuccina a Mestre. A perdere il controllo è stato un cittadino di probabili origini nordafricane che è ora ricercato dalla polizia: di punto in bianco ha sferrato un pugno in faccia al barista cinese dell'esercizio, che si trovava dietro al bancone, e poi si è allontanato con un compare.

Giovane barista ferito alla tempia

L'esagitato è stato "scortato" fino all'esterno dal figlio del barista, che per questo motivo è finito nel mirino dell'intruso pochi minuti dopo. Il malintenzionato, infatti, è riapparso pochi minuti dopo armato di coltello. Ha puntato la lama contro il figlio del barista e l'ha ferito all'altezza della tempia sinistra, dopodiché ha rovesciato tutte le sedie del locale prima di fuggire. Allertato il 113, gli uomini delle volanti del Commissariato di Mestre, sono subito intervenuti.

Baristi in ospedale

I due sfortunati cinesi sono stati portati in ospedale per le cure necessarie, padre e figlio sono stati comunque dimessi in giornata, con una prognosi rispettivamente di 7 e 8 giorni.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I baristi gli chiedono il conto dei giorni precedenti: uno preso a pugni, l'altro sfregiato

VeneziaToday è in caricamento