rotate-mobile
Bissuola Bissuola / Via Esiodo, 27

Doveva essere un colpo "con il botto", il bancomat però li ha traditi

Poco dopo le 3e30 di stanotte tre malviventi hanno tentato di far saltare in aria lo sportello Postamat di via Esiodo a Mestre, ma c'è stata solo una grande fiammata

Doveva essere un grande botto. Invece è stata solo una grande fiammata. Che peraltro ha danneggiato una Opel Corsa parcheggiata a lato strada. Tre malviventi sono stati visti armeggiare allo sportello Postamat di via Esiodo a Mestre, zona Bissuola, verso le tre e mezza di stanotte per poi scappare in direzione del parco. Gli agenti della polizia, chiamati da un residente, non hanno fatto in tempo a scendere dalle loro volanti che a un certo punto è partita una grande fiammata dallo sportello automatico.


I malviventi avevano inserito del gas acetilene e avevano collegato il bancomat, tramite due cavi elettrici, a una batteria per auto. Un congegno artigianale a tempo. Una scintilla e il Postamat sarebbe esploso dando via libera per i soldi. Qualcosa però è andato storto. La deflagrazione non c'è stata, e neanche il bottino. Gli agenti ora stanno indagando, basandosi anche sulle testimonianze dei residenti, per trovare i tre delinquenti. Sul posto sono intervenuti gli artificieri e la polizia scientifica della Questura, che hanno effettuato i rilievi e messo in sicurezza la zona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doveva essere un colpo "con il botto", il bancomat però li ha traditi

VeneziaToday è in caricamento