menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il 17enne "volato" dal Giordano Bruno: "Un'allucinazione dovuta ai farmaci"

Secondo lo studente il cambio di medicine per una sua patologia lo avrebbero "spaesato". Lui era convinto di essere seduto sulla sua sedia, invece era sul davanzale. Ed è caduto giù

Potrebbe essere stata un'allucinazione quella che ha spinto il 17enne del Giordano Bruno l'altro ieri a buttarsi dalla finestra della sua classe, al secondo piano. Stando a quanto avrebbe raccontato il ragazzo, il cambio di medicine che assumeva per curare una patologia lo avrebbe portato a uno stato di spaesamento. Per questo è salito prima degli altri in classe durante l'ora di educazione fisica, con una decina di altri compagni. E per questo, secondo la sua versione, quando si è avvicinato alla finestra per chiuderla poi si è seduto sul davanzale con le gambe verso l'esterno. I suoi compagni lo hanno visto in quella posizione insolita, ma per lui era tutto normale. In quel momento era convinto di essere seduto sulla sua sedia.

 

Un'allucinazione dovuta alle nuove medicine? Fatto sta che a un certo punto si sarebbe chinato perché avrebbe visto una scarpa slacciata ed è caduto verso il vuoto. Gli alberi e le siepi del giardino interno dell'istituto hanno attutito la caduta, per cui lo studente ha riportato "solamente" la frattura del bacino e la rottura di un polso. E' sempre stato cosciente, fin dai primi momenti in cui alcuni professori e alunni gli hanno prestato i primi soccorsi. Ora si trova ricoverato nel reparto di ortopedia dell'ospedale Dell'Angelo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento