rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Bissuola Bissuola / Parco Albanese

Il parco Albanese ha una panchina europea

Dopo quella inaugurata a Lecco dalla Gioventù Federalista a maggio 2021, sono state diverse le città italiane a promuovere questo progetto

Il parco Albanese ha la sua "Panchina Europea". È stata inaugurata nel pomeriggio di mercoledì ed è intervenuta la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano. Presenti anche i rappresentanti delle sezioni di Venezia della Gioventù Federalista e del Movimento Federalista europeo, il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo Raffaele Pasqualetto e alcuni consiglieri comunali. L'iniziativa rientra nell'ambito dell'Anno Europeo dei giovani con il sostegno della presidenza del Consiglio comunale, la collaborazione dell'ufficio Europe Direct Venezia Veneto e il supporto di Commissione europea e Parlamento europeo.

Dopo la prima Panchina inaugurata a Lecco dalla Gioventù Federalista a maggio 2021, sono state diverse le città italiane a promuovere questo progetto che si sta diffondendo in maniera capillare sul territorio nazionale. «Questa inaugurazione - ha affermato Damiano - possiamo considerarla come l'effettiva chiusura della Festa Europa a Venezia che ha visto numerosi eventi per tutto il mese di maggio. Una edizione di rinascita con la presenza di tanti giovani e delle scuole, che ancora una volta ha valorizzato la vocazione europea della nostra città».

La scelta del parco Albanese non è casuale: è un luogo di rilancio, vissuto da bambini, famiglie, giovani e anziani che su questa panchina potranno ristorarsi, leggere un libro, socializzare, in un punto che racconterà con ancor più forza, da oggi, la nostra identità europea. Dopo l'inaugurazione si è tenuto un dibattito sul futuro dell'Unione Europea a ottant'anni dal manifesto di Ventotene e nell'ambito dell'Anno Europeo dei giovani. Sono intervenuti Luisella Pavan - Woolfe, direttrice dell'Ufficio del Consiglio d'Europa a Venezia, Debora Striani, referente e curatrice del progetto Panchine Europee, Nicolò Bozzao e Lorenzo Caruti, presidente e segretario della Gioventù Federalista sezione di Venezia, Edoardo Mason, segretario regionale veneto Gioventù Federalista e Pierantonio Belcaro, presidente del Movimento federalista europeo.

«Crediamo in un progetto di integrazione in grado di garantire pace e unità tra i popoli - ha detto Pavan Woolfe -  Fino a poche settimane fa anche la Federazione russa rientrava tra i membri della nostra organizzazione e quello che l'attualità ci mette davanti agli occhi è un dramma che viviamo come una sconfitta. Nel conflitto in Ucraina una delle voci più importanti che si è levata è proprio quella del Movimento federalista, che ci ha ricordato di quanto sia necessaria una unione politica europea e di quanto occorra accelerare questo processo».

Non sono mancate le critiche. «C'è chi anche sulla panchina europea ha provato a dividere al posto che unire», commenta il consigliere Pd, Paolo Ticozzi. «La proposta di realizzare la panchina europea l'ho formalizzata con una mozione consiglio comunale l'8 marzo 2022. Mi era stato detto che l'avremmo fatta e quando ho comunicato un'idea di posto dove realizzarla, mi è stato detto che non andava bene e che sarebbe stata fatta sì, ma che non c'entravo, perché era arrivato un progetto da parte della Gioventù Federalista Europea, tramite lo sportello Europe Direct del Comune di Venezia. Si sarebbero potuto unire le proposte dimostrando nei fatti quell'unione che anche l'Unione Europea porta nel nome, ma si è deciso altrimenti. Sono comunque contento perché nella sostanza è stato realizzato quanto avevo proposto».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parco Albanese ha una panchina europea

VeneziaToday è in caricamento