menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ora è tempo di tornare a casa", Brugnaro "svela" il nuovo Taliercio

Il presidente Reyer presenta il progetto di ampliamento del palazzetto per rispettare le norme della Lega: "Appuntamento alla prima di campionato". Spazi funzionali e aria condizionata

"Appuntamento al Taliercio con la prima di campionato". Così il presidente della Reyer Venezia Luigi Brugnaro si è congedato dai giornalisti durante la conferenza stampa di presentazione del progetto di ampliamento del palazzetto Taliercio. Il 30 settembre, infatti, è fissato l'inizio della nuova stagione e l'Umana intende disputarla "in casa", nel vero senso della parola. Con un mese e mezzo di ritardo, dopo aver ottenuto una deroga dal Comune, ecco il progetto che porterà a capienza regolamentare il palazzetto (minimo 3.506 posti posti come chiede la Lega Basket). Costo dell'operazione (solo per le opere minime di agibilità) 1milione 115mila euro, che sborserà tutti la società in cambio di una concessione pluriennale sull'utilizzo della struttura.

Per raggiungere i parametri necessari per disputare il campionato verrà diminuito lo spazio tra una fila di seggiolini e l'altra, inserendone una nuova (l'undicesima) in alto. Dove possibile si aggiungerà anche una dodicesima fila. Il Taliercio di fatto verrà rivisto globalmente, con la riorganizzazione degli spazi per la stampa e un sistema di aria condizionata che si adegui alla temperatura esterna (una pecca sottolineata da molti tifosi).

Naturalmente, poi, saranno aumentate le uscite di sicurezza e le vie di fuga, con un potenziamento anche delle linee antincendio. Il progetto è stato già protocollato negli uffici del Comune, e l'iter ora dovrà procedere senza intoppi: a giugno verranno approvati i progetti, che poi dovranno essere affidati tramite gara d'appalto. A stretto giro di posta i lavori veri e propri, che proseguiranno anche ad agosto. Una corsa contro il tempo. "Dobbiamo tornare a casa nostra - ha dichiarato Brugnaro - In questo caso abbiamo inaugurato un nuovo tipo di rapporto tra pubblico e privato che spero possa portare ottimi frutti".

Presenti alla conferenza stampa l'assessore ai Lavori pubblici Alessandro Maggioni e l'assessore allo Sport Andrea Ferrazzi (che hanno stigmatizzato le voci di frizioni tra staff orogranata e Ca' Farsetti). "Contiamo di dare una risposta nell'arco di una settimana - l'auspicio di Maggioni - questo é un momento importante. Confermo l'impegno da parte dell'amministrazione per concertare una soluzione anche per quanto riguarda i parcheggi. Cogliamo l'occasione per ringraziare Brugnaro per quanto sta facendo per la Reyer, per tutto lo sport della città e per la città stessa".

Ha chiuso il giro di interventi l'assessore Ferrazzi: "La Reyer é tornata a essere la bandiera dello sport cittadino e anch'io mi associo ai complimenti al presidente Brugnaro. Chi dice Venezia dice Reyer che è la quint'essenza dello sport veneziano. E' evidente che questo richiede un rapporto diverso tra pubblico e privato anche per il periodo storico che stiamo attraversando. E la convenzione che c'é ora va in questa direzione. Sarebbe paradossale se la dove c'é un privato che vuole investire l'amministrazione non lo supportasse".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento