menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz al Bissuola, due pusher sorpresi: avevano il permesso per motivi umanitari

Operazione della polizia municipale mercoledì mattina, gli agenti hanno osservato gli spacciatori in azione e hanno recuperato diverse dosi: in loro supporto anche il cane Kuma

"Retata" al parco Albanese, anche stavolta i risultati non sono mancati: a entrare in azione mercoledì mattina è stato il servizio sicurezza urbana della polizia municipale di Venezia, impegnata per la quinta volta negli ultimi mesi in una operazione antidroga al Bissuola. L'intervento è stato pianificato anche con l'aiuto di alcuni residenti della zona, che non hanno mancato di fornire preziose e dettagliate informazioni. Così sono stati colti in flagrante due spacciatori di nazionalità gambiana, risultati essere in possesso di permessi di soggiorno per motivi umanitari rilasciati rispettivamente a Catania e Belluno.

Uno dei due, F.O., di 25 anni, era già stato colto in flagranza di spaccio dalla polizia municipale in altre due occasioni, sempre nel parco, ed in una di queste era anche stato arrestato. Mercoledì si trovava assieme al connazionale F.B., di 19 anni. Le attività sono iniziate verso le 9.30 e sono terminate alle 12.30, con l'impiego di otto operatori in abiti civili sia a piedi che in bicicletta. I gambiani sono stati visti spacciare nell'area delle "due C". Sono state utilizzate telecamere nascoste e l'unità cinofila del Corpo, l'infallibile Kuma. Gli spacciatori sono stati bloccati dopo aver ceduto marijuana ad un trentenne residente a Spinea, giunto sul posto appositamente per procurarsi lo stupefacente.

Sono stati anche individuati i punti dove gli spacciatori detenevano il grosso della droga, ovvero la zona delle due C ed un'altra area piantumata nelle vicinanze. Anche stavolta l'intervento di Kuma è stato risolutivo: il cane ha passato al setaccio l'area e ha rinvenuto, sepolte sotto alla pietra lavica alla base delle piante e negli interstizi di mattoni sconnessi, altri tre involucri di marijuana e una barra di hashish. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 70 grammi di stupefacenti. Altra droga è stata trovata nelle vicinanze delle panchine a ridosso dell'area delle cascate, vicino all'ingresso di via Po. Durante le cinque operazioni nel parco sono stati complessivamente colti in flagrante otto spacciatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento