rotate-mobile
Mestre Mestre Centro / Via Querini

Nuovi bivacchi in centro a Mestre, via Querini pensa ai vigilantes

Si sono spostati da piazzale Donatori di Sangue, residenti preoccupati e infastiditi. Hanno scritto una lettera al sindaco Luigi Brugnaro

Degrado in pieno centro, portici ridotti a latrine e bivacchi improvvisati per senza fissa dimora. Ultimamente a Mestre si sono spostati in via Querini, allontanandosi da piazzale Donatori di Sangue per via del cantiere che ne ha chiuso l'accesso. Una presenza che i residenti, come riporta la Nuova Venezia, non hanno potuto fare a meno di notare. Tra coperte, materassi e cattivi odori.

Tanto che dai cittadini è partita una lettera indirizzata al sindaco Brugnaro, in cui si esprime il malcontento per i nuovi "ospiti". Li si accusa di aver invaso i portici con masserizie varie, e soprattutto di utilizzarli per espletare i propri bisogni fisiologici. Le sistemazioni sono state segnalate a pochi passi dalla mensa di San Vincenzo-Caritas, dove i senzatetto hanno la possibilità di rifocillarsi: è stato richiesto l'intervento della polizia, che ha fatto sgombrare i bivacchi, ma non è una soluzione definitiva.

I condomini di via Querini starebbero quindi valutando l’ipotesi di assumere dei vigilantes, intimoriti da quelle presenze che non li fanno sentire al sicuro. La domanda che sorge spontanea, naturalmente, è se sia giusto pagare per qualcosa che dovrebbe essere un diritto. Qualcosa di simile è già stato fatto al condominio Donatello, come stanno pensando di fare anche al condominio Bandiera in via Cappuccina. Oltretutto non ci sono più gli operatori di strada del servizio comunale che si occupa di senza fissa dimora, la cui attività è stata "congelata" in attesa di una nuova delibera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi bivacchi in centro a Mestre, via Querini pensa ai vigilantes

VeneziaToday è in caricamento