MestreToday

Black out in centro a Mestre: via Piave al buio, il tram si ferma

Disagi alla viabilità a partire dalle 18 di venerdì. Semafori e lampioni spenti. Alcune persone bloccate in ascensore. Tecnici Enel al lavoro

Il black out a Mestre (twitter)

Semafori spenti e tram fermo. Per forza di cose. E' calato il buio su via Piave e in altre zone del centro mestrino nel tardo pomeriggio di venerdì. Il buio "vero", visto che un black out prolungato ha spento anche l'illuminazione pubblica. I lampioni sono andati fuori uso, così come almeno in un caso i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per liberare alcune persone rimaste bloccate in un ascensore. I problemi più prolungati però si sarebbero registrati nella zona di piazza 27 Ottobre.

I tecnici di Enel stanno lavorando per riportare la situazione alla normalità e per individuare quale fosse la causa del guasto. Intanto la circolazione è andata inevitabilmente in difficoltà, in arterie molto trafficate. Specie verso le 18. Il servizio era previsto ripartisse verso le 19, ma a bloccarlo secondo l'azienda non è stata la mancanza di energia elettrica (la propulsione c'era) bensì il fatto che gli scambi a catena da Favaro Veneto fino a Mestre e poi fino a Venezia si sono bloccati. Subito Actv ha messo in servizio gli autobus sostitutivi. Disagi inevitabili anche sul Ponte della Libertà, dove almeno un siluro rosso è stato segnalato fermo in corsia. Sul posto per gestire la situazione anche la polizia municipale.

"Il guasto è di natura accidentale a un componente di una linea a media tensione chiamata “Dante" che serve una parte del centro di Mestre, tra via Carducci e via Felisati - dichiara Enel in una nota - l'interruzione si è verificata alle 17.57 ed è stata subito individuata dal Centro operativo di Enel Distribuzione a Mestre che, attraverso le manovre di telecomando, ha provveduto alle operazioni di contro alimentazione attraverso altre linee alternative e un diverso assetto della rete e in 4 minuti ha rialimentato il 50% della clientela. Quest'ultima è stata progressivamente rialimentata e dopo 40 minuti erano un centinaio le utenze ancora non attive". Il problema è stato localizzato dai tecnici in un componente della cabina Agorà di via Carducci. Il disagio sarebbe destinato a estinguersi in serata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento