menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turista si accorge del borseggio, ladra fermata sul Freccia argento

Furto mercoledì ai danni di una giapponese, che ha allertato il capotreno. All'arrivo a Mestre la Polfer ha perquisito e denunciato una giovane rom

Habitué dei borseggi a bordo dei treni: è stata fermata per l'ennesima volta mercoledì una giovane donna di origine rom, poco dopo che si era resa responsabile di furto ai danni di una turista giapponese. La quale, evidentemente, si è rivelata meno sprovveduta di quanto la nomade avrebbe desiderato.

L'episodio poco dopo la partenza da Venezia del Freccia argento diretto a Firenze: individuata la sua vittima, la borseggiatrice con mano lesta le aveva sottratto del denaro dalla borsa. Accortasi del furto, però, la giapponese l’aveva riferito al capotreno, che a sua volta aveva fatto intervenire gli agenti della polizia ferroviaria in servizio.

I poliziotti hanno quindi perquisito la ragazza, poco più che trentenne, trovandola effettivamente in possesso dei contanti sottratti. Dai controlli è poi emerso che la rom, con svariati alias, aveva a suo carico numerosi precedenti per furto, spesso commessi proprio a bordo dei convogli ad alta velocità in partenza da Venezia. Su di lei gravava un divieto di ritorno nel Comune fino al 2018: è stata denunciata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento