Mestre Mestre Centro / Corso del Popolo

Corso del Popolo ostaggio dei "barbanera", autobus circondato

I finti mendicanti imperversano, tra minacce e auto rigate. Per liberare la comitiva di turisti interviene la polizia. Bettin: "Bisogna espellerli subito"

Corso del Popolo occupato dai "barbanera", i finti mendicanti provenienti da una zona precisa della Romania che se non ricevono l'obolo sono pronti a rigare auto e a minacciare il proprio interlocutore. Una situazione diventata sempre più insostenibile e denunciata anche dall'assessore all'Ambiente del Comune Gianfranco Bettin: "Ripetutamente, nelle corse settimane e giorni, come Direzione Ambiente, abbiamo dovuto disporre interventi radicali di pulizia di intere aree, poiché costoro bivaccano, defecano e urinano, sporcano in tanti altri modi aiuole, marciapiedi, androni, angoli di città - spiega - si tratta di una vera e propria banda, non si semplici maleducati, per quanto estremi, che abbina a queste belle imprese, estorsioni di fatto, scippi, intimidazioni e minacce. Le multe, che pure la polizia municipale commina, sono inutili, come inutile - e costoso - è il nostro continuo lavoro di pulizia".

A POCHI PASSI VIA MILANO HA PAURA

L'ultimo episodio mercoledì mattina: un autobus di turisti statunitensi si ferma davanti all'hotel Delfino, a poca distanza dalla Pam, e subito i "barbanera" circondano il mezzo. Non scende nessuno se prima non si paga un euro a testa. Nessuno "sconto comitiva". Una scena incredibile e un biglietto da visita altrettanto poco edificante. Sul posto è dovuta intervenire la polizia per "liberare" dall'assedio i turisti.

La giornata dei finti mendicanti, però, è continuata. Dopo che molti di loro sono stati allontanati dal ponte di Calatrava, dove si facevano pagare per trasportare le valige da una sponda all'altra, ora la loro zona d'azione si è spostata a Mestre. Almeno per coloro che non prendono il pullman e preferiscono andare a mendicare a Venezia. Così molti si mettono a fare i parcheggiatori abusivi agli stalli blu (in questo periodo soprattutto vicino alla Bnl) o a bighellonare vicino alla Pam. Chi si rifiuta di pagare viene minacciato o si trova spesso l'auto danneggiata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso del Popolo ostaggio dei "barbanera", autobus circondato

VeneziaToday è in caricamento