menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spunta un cadavere dall'acqua ai cantieri nautici di San Giuliano: si tratta di suicidio

Segnalazione mercoledì mattina. Sul posto per gli accertamenti gli agenti della questura. I sommozzatori dei pompieri hanno recuperato la salma di un 48enne di Volpago del Montello

Tragico rinvenimento nella zona di San Giuliano a Mestre, all'altezza dei cantieri nautici. Nella prima mattinata di mercoledì è stata segnalata una persona che galleggiava a pelo d'acqua, priva di vita. Sul posto si sono portati gli agenti della questura, cui spetta il compito di far luce sulla vicenda. Subito dopo, poco prima delle 9.30, è stato chiesto l'aiuto dei sommozzatori dei vigili del fuoco, che hanno recuperato il cadavere.

Avviate le indagini

Si tratta di un uomo di nazionalità italiana di 48 anni residente a Volpago del Montello (Treviso). L'identificazione è stata possibile grazie al documento d'identità che gli è stato trovato addosso. Gli accertamenti sono continuati piuttosto a lungo sul posto. La salma è stata trainata a riva e posizionata provvisoriamente nel piazzale adiacente a uno dei cantieri. Ad accorgersi della sua presenza in acqua sono stati dei ragazzi che stavano uscendo in barca e che hanno subito lanciato l'allarme. La vittima, che abitava col padre, era sparita almeno dalla serata precedente. Pare che i suoi congiunti avessero già lanciato l'allarme martedì, fino al tragico epilogo.

Scomparso da martedì

L'attenzione dei poliziotti (intervenuti sia con una lancia lagunare che con un'auto, oltre che con personale borghese) si è concentrata sull'auto del 48enne, parcheggiata a lato strada. Si tratta di una Peugeot 207 aperta dalle forze dell'ordine con le chiavi. Il veicolo si trova a poche centinaia di distanza dal punto in cui la salma è stata ripescata. Sul sedile del passeggero diversi scritti a penna, che potrebbero contribuire a far luce sul caso. La salma è stata ricomposta e recuperata delle onoranze funebri ed è ora a disposizione dell'autorità giudiziaria. Non sarebbero stati individuati segni di violenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento