menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villaggio Laguna Campalto, foto archivio

Villaggio Laguna Campalto, foto archivio

La Rocca contro Ater al Villaggio Laguna. Speranzon mostra un altro quadro

L'accusa di abbandono della consigliera 5 Stelle e la replica del presidente dell'azienda territoriale per l'edilizia residenziale

La consigliera comunale 5 Stelle Elena La Rocca chiama al rapporto il presidente dell'Ater Venezia Raffaele Speranzon, «per la situazione di degrado al Villaggio Laguna di Campalto. Speranzon - scrive - venga a vedere con i suoi occhi la situazione che si è venuta a creare». A rivolgersi a La Rocca alcune persone, specie anziane. «Mi sono recata a controllare se ciò che mi era stato segnalato – sottolinea La Rocca – fosse vero o no. Purtroppo devo constatare, non senza una punta di vergogna, che le condizioni sono peggiori di quanto immaginavo. Ho trovato cavi scoperti – continua la consigliera – strade sporche, cassette per la posta sotterrate da decenni di polvere, addirittura un’intera rete fognaria che pare compromessa tanto che è bastata una forte pioggia di dieci minuti per allagare tutto il Villaggio. Non solo abbandonato dall’Actv, ma anche dall’Ater. Mi offro volontaria - conclude La Rocca - per accompagnare in zona Speranzon io stessa. Gli farò notare cosa significa sentirsi soli. Il Villaggio esiste solo per racimolare voti?», chiede la consigliera.

La replica

«La Rocca si informi meglio - replica il presidente Speranzon - Gli alloggi che decine di anni fa appartenevano all’Ater, al Villaggio Laguna, sono stati per la maggior parte venduti. Fa sorridere - prosegue - che si attribuiscano ad Ater eventuali problemi alla rete fognaria, di competenza di Veritas, e addirittura la pulizia delle cassette della posta. La consigliera non ha cognizione di ciò di cui parla. Quanto al “racimolare voti” al Villaggio Laguna – aggiunge Speranzon – forse dovrebbe rivolgere questa domanda a se stessa, dato che in pochi giorni è passata dall’attaccare Actv all’attaccare Ater. Non risultano segnalazioni di situazioni di degrado - dice Speranzon - Richieste di piccoli interventi di ordinaria manutenzione, dall’inizio dell’anno, come in tutte le zone della Città Metropolitana, per la maggior parte evasi». Gli inquilini dell’Ater, viene precisato, si trovano perlopiù all’interno del caseggiato dei Pioppi (14 alloggi Ater su 28) e del Primavera (16 alloggi Ater su 28). Circa 6 anni fa c'è stata una riqualificazione importante con spesa di circa 400 mila euro e interventi anche sulle coperture. «Sono tenuti bene - conclude il presidente Ater - non abbiamo segnalazioni di disagi o di situazioni come quelle di cui parla la consigliera».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento