rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Campalto

Eni converte la stazione di servizio a Campalto: sarà un distributore di idrogeno

Il progetto ha avuto l'approvazione della giunta veneziana e prevede anche un accordo per il rifornimento ai mezzi pubblici. Ci saranno anche colonnine di ricarica elettrica

È stato approvato dalla giunta veneziana il progetto di ristrutturazione della stazione di servizio Eni di via Orlanda 6/a, a Campalto, che diventerà il primo distributore di idrogeno della città e il secondo in Italia: ne esiste solo un altro di funzionante, a Bolzano.

Nel dettaglio, la società proprietaria del distributore di via Orlanda (Eni Refiting e Marketing) realizzerà nuovi impianti per il rifornimento di carburanti gassosi ed elettrici, mantenendo comunque anche i tradizionali distributori di benzine e gasoli. Inoltre costruirà un bar e un impianto di autolavaggio. Ora la delibera dovrà passare per il voto del Consiglio, che darà il permesso di costruire.

Il progetto rientra tra i contenuti dell'accordo sottoscritto tra la Città metropolitana, Eni e Toyota riguardante l'avvio della sperimentazione di mobilità a idrogeno nel territorio veneziano. L'accordo prevede anche che Eni garantisca un «utilizzo agevolato» degli impianti ai mezzi pubblici comunali, in previsione di una sperimentazione di autobus a idrogeno. Inoltre, l'azienda fornirà al Comune una relazione annuale sull’utilizzo dell’impianto e finanzierà uno studio post-universitario sulla mobilità sostenibile.

Per il sindaco Luigi Brugnaro il progetto è «un importante passo nel percorso di tutela e salvaguardia dell'ambiente. Dare un impulso verso la realizzazione di quello che è il primo distributore di idrogeno urbano in Italia è un atto concreto verso l'ormai non più rinviabile decarbonizzazione dei trasporti. Inoltre, dimostriamo come Venezia sia in prima linea nell'incentivare la diffusione di fonti alternative di rifornimento. A fianco di un’importante campagna per la diffusione di elementi per la ricarica elettrica dei veicoli e agli investimenti per un trasporto pubblico "green", come al Lido e Pellestrina, ora guardiamo con fiducia all'idrogeno. Un elemento che può essere prodotto a partire da un’ampia gamma di fonti energetiche, anche rinnovabili, riducendo la dipendenza dai combustibili fossili». Senza contare che i veicoli alimentati a idrogeno producono come scarico vapore acqueo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eni converte la stazione di servizio a Campalto: sarà un distributore di idrogeno

VeneziaToday è in caricamento