Martedì, 18 Maggio 2021
Mestre Bissuola / Via Amerigo Vespucci

Sorpresi a scaricare liquami sul Marzenego: responsabili consegnati alle autorità

È accaduto nei giorni scorsi, i Rangers d'Italia hanno colto in flagranza il camper intento a far defluire le acqua reflue lungo il canale Osellino: "Unitevi a noi e aiutateci a tutelare l'ambiente"

Sorpresi a scaricare acque reflue sul Marzenego, in Viale Vespucci, a Mestre, sono stati consegnati alle autorità competenti dai Rangers d'Italia, nei giorni scorsi. Si tratta dei titolari di un camper, colti in flagranza di reato da una pattuglia impegnata in un servizio notturno di vigilanza ittica.

I fatti

Una pattuglia ha notato nell’oscurita? la presenza di un mezzo comunemente dotato di servizi igienico sanitari incorporati, fermo dell’immediata vicinanza del canale Osellino, oggetto di controllo. Avvicinatisi nel loro percorso di controllo lungo l’argine, gli agenti hanno capito che quel mezzo stava scaricando direttamente al suolo liquidi reflui liberi e schiumosi.

L'accertamento

Informati i conducenti del mezzo di chiudere immediatamente lo scarico aperto, gli agenti hanno chiamato a supporto l’autorita? competente per la materia giudiziaria. Nel frattempo sono stati individuati altri rifiuti presenti al suolo nel perimetro verde adiacente il corso d’acqua, con la presenza anche di una tenda da campeggio. Un vecchio mobile da cucina, una vecchia fontana in pietra, le rimanenze di un bivacco per mangiare con tanto di brace ormai spenta, e alcuni sacchetti con rifiuti al suolo.

Precedenti

Non e? la prima volta che accadono fatti simili, spiegano i Rangers, nella stessa zona o altre limitrofe dove, grazie a qualche spiazzo comodo per raggiungere Venezia, molti “campeggiatori liberi” sostano e lordano il nostro suolo. Non solo Viale Vespucci a Mestre e? una meta presa in considerazione dal Nucleo Operativo Ambientale dei Rangers D’Italia, il quale riceve segnalazioni dai cittadini, ma pure Campalto con il parcheggio di Via Marchesi, oppure via Cimitero, dove grazie all’oscurita?, altri mezzi hanno avuto occasione di lasciare al suolo sgradevoli “ricordini”.

'Unitevi a noi'

"Desideriamo passare a tutti un chiaro segnale - scrivono gli opeartori del nucleo Ambientale -: l’importanza di rispettare la fauna e la flora che ci circonda. Scaricare reflui al suolo rientra tra i possibili gravi reati ambientali puniti severamente dalle leggi vigenti, e chiunque ne prenda visione deve denunciare il fatto immediatamente. Se rispettiamo l’ambiente e vigiliamo con attenzione, forse domani qualcuno ci ringraziera?. Allo stesso tempo si informano i cittadini che sono aperte le iscrizioni per poter entrare a fare parte, grazie ai nostri continui corsi formativi, di questa grande famiglia dei Rangers D’Italia che proprio nel 2017 ha compiuto quarant’anni, dediti alla protezione della fauna e della flora".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a scaricare liquami sul Marzenego: responsabili consegnati alle autorità

VeneziaToday è in caricamento